5 migliori pannelli fonoassorbenti (recensione)

0 12

L’ isolamento acustico della propria abitazione o del proprio luogo di lavoro, può essere una spesa davvero notevole, ma a volte si rende necessaria per avere una maggiore tranquillità domestica o per non disturbare i vicini nel caso in cui il nostro lavoro sia rumoroso. Ad ogni modo esistono numerose soluzioni per realizzare un isolamento low cost, ma è anche il meno efficace: ad esempio tendaggi e tappeti pesanti possono attutire i rumori provenienti sia dall’ interno della vostra abitazione, sia dall’ esterno. Però capita spesso che questa soluzione non sia pienamente efficace o comunque non gradita particolarmente: ad esempio se in casa vi è un soggetto allergico alla polvere e simili, mettere tappeti e tende pesanti ovunque equivale a creare dei luoghi ideali per far villeggiare gli acari!
La soluzione migliore, anche se è poi la più dispendiosa, è quella di installare in casa propria dei pannelli fonoassorbenti: ce ne sono di diversi materiali e di tutti i tipi, ognuno adatto per tasche e soluzioni ambientali differenti. Ad ogni modo chiedere consiglio e preventivo gratuito a più professionisti è la soluzione migliore.
Ma quali sono i migliori pannelli fonoassorbenti?

1 . Lana di roccia: è molto simile alla lana di vetro, solo che questa deriva da un particolare trattamento estrattivo della roccia vulcanica. Ha la capacità di inglobare in sè l’ aria e di disperdere in calore l’ onda sonora ricevuta. Ciò è possibile grazie alla struttura lanuginosa che la contraddistingue. Ha proprietà ignifughe molto alte e solitamente è venduta in fogli o rotoli. E’ però dannosa per la salute.
2 . Sughero: probabilmente il più ecologico di tutti i materiali, anche se decisamente più caro rispetto ad altri prodotti non naturali. Propria la sua caratteristica di essere un materiale del tutto naturale, assicura nessun tipo di emissione di amianto e simili dannosi per la salute. Generalmente è venduto in materassini o pannelli.
3 . Poliuretano espanso: essendo un polimero a celle aperte, è un ottimo materiale che ben si presta anche a riempire ogni tipo di intercapedine al fine di assicurarne la completa assorbenza del suono. Facilmente reperibile in materassini e in diverse versioni: piramidale, liscio e bugnato.
4 . Argilla espansa: è un materiale assolutamente naturale e per tanto senza nessun tipo di controindicazione nè rilascio di sostanze dannose per l’ uomo. Per la creazione di un pannello fonoassorbente, l’ argilla espansa viene cotta ad alta temperatura, il che la rende ottimale per il suo utilizzo di insonorizzazione.

5 . Truciolato di legno: diverso dal sughero per assorbenza e qualità del prodotto stesso, il truciolato è ottenuto dalla compressione con aggiunta di colla de materiali legnosi di scarto. Questo procedimento assicura discrete doti sia di fonoassorbenza che di isolamento, anche se non al pari degli altri materiali su citati. Ha però il netto vantaggio di essere un materiale ecologico e che non emana sostanze dannose alla salute dell’ uomo .
Per quanto riguarda i prezzi in genere oscillano dai 90 euro in su al mq.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.