Abito sposa (usato)

0 2

Il matrimonio mantiene quell’alone di magia e di favola che affascina tutte le donne, tutte quel giorno vorrebbero essere perfette ed indossare l’abito dei propri dei sogni.
Ricordo gli spendidi matrimoni degli anni 70 dove la sposa poteva arrivare abbigliata in qualsiasi foggia, dallo smoking all’abito vaporoso, ma colorato; l’impressione è che un tempo ci fosse meno omologazione e forse più personalità.
Un buon motivo per decidere di acquistare un abito da sposa usato, potrebbe proprio essere il fatto che sul tradizionale mercato di questo genere di abbigliamento si fatica a trovare qualcosa che esuli dalla tranquilla normalità.

La vendita dell’usato si disputa soprattutto on linenella sezione annunci personali, ma anche su Ebay e in molte città esistono negozi che vendono usato, basta armarsi di pazienza a spulciare tra i molti capi e decidere poi quello che con il tocco giusto potrà diventare davvero un abito fa favola nel vero senso della parola.
Spesso nei negozi di abiti usati la merce non è presentata con la dovuta cura e le luci non aiutano come nelle boutique, ci vuole quindi un occhio un po’ più attendo ai dettagli e anche dotato di immaginazione, potreste farvi accompagnare dalla nonna o dalla mamma che forse conosceranno meglio i vari tessuti e sapranno indicarvi se siete sulla strada giusta.

Usato può diventare anche sinonimo di vintage; il vintage è glam, il vintage è cool…esistono diversi negozi di vendita di abiti vintage, in Italia l’impressione è che sul vintage si speculi molto e che alla fine ci venga fatto passare come pezzo raro, qualcosa di semplicemente vecchio, quindi attenzione ai furbetti.

Optare per un abito vintage sarà un successo, in fondo anche Carrie Bradshaw nel film Sex and the City alla fine al lussuoso abito griffato preferisce un semplice tailleur vintage.

Gli abiti da sposa costano veramente tanti soldi, i prezzi partono da un minimo di 1000 euro e si sale a cifre vertiginose, perchè spendere tutti questi soldi, soprattutto per un abito che verrà messo solo un giorno e che poi verrà richiuso in qualche baule o in qualche armadio, un giorno può diventare indimenticabile anche senza spendere tanti soldi.

Per le scettiche verso l’usato che non vogliono l’abito che ha indossato un’altra, possono valutare la possibilità di indossare l’abito della mamma o della nonna, niente di più delicato di un abito che passa di generazione in generazione. Basterà fargli apportare qualche piccola modifica da un sarto e l’abito sarà perfetto.

Se siete fanatiche della moda e seguite con attenzione i grandi stilisti, l’acquisto di un abito usato può diventare l’occasione per dare una seconda chance ad abiti meravigliosi di grandi firme che non si meritano di restare chiusi in un baule. Infatti in vendita nel settore usato troverete spesso abiti di alta sartoria, di griffe apprezzate, costati molto al primo acquirente che dopo il salasso matrimoniale decide di rientrare un po’ delle spese mettendo in vendita il superfluo.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.