Acqua in bocca (libro)

0 2

Il libro ” Acqua in bocca ” è stato scritto a quattro mani da Camilleri (ideatore del commissario Montalbano) e Lucarelli (inventore tra gli altri dell’ ispettrice Grazia Negro ).
In questa storia, nata quasi per caso durante l’ideazione di un documentario per la Minimum Fax, i due autori uniscono in un solo racconto i loro due personaggi per eccellenza, tale collaborazione durerà ben 5 anni; una collaborazione fatta di lettere, di scambi reciproci, una sorta di partita a scacchi tra due grandi autori che si lanciano la palla della narrazione a vicenda.
TRAMA

Grazia Negro si troverà davanti ad un omicidio a Bologna ben strano: un uomo steso a terra con un sacchetto sulla testa e intorno acqua e dei pesci rossi : uno in bocca e altri 4 per terra.
La Negro chiede aiuto a Montalbano che inizialmente preferisce starne fuori e anzi consiglia alla collega di “non calpestare i piedi a nessuno” .
Ma lei ormai ha deciso e visto che rischia di mettere a repentaglio la propria vita, Montalbano decide di aiutarla e si reca a Bologna scatenando le ire della fidanzata Livia; da qui comincia una collaborazione davvero speciale, che però non avrà nulla di sentimentale.
I due si trovano più volte a rischiare la vita e quindi inventano un modo particolare di comunicare: inseriscono i loro biglietti all’interno dei cannoli siciliani e si fidano solo delle persone più vicine a loro.

La storia è un’indagine non autorizzata, fatta di colpi di scena, di ritagli di giornali e di confronti tra i due protagonisti.
Dopo mille peripezie riusciranno a risolvere il caso e dopo aver trovato il colpevole spetterà a Montalbano occuparsene in una maniera del tutto particolare e adatta al personaggio!

Il libro è edito da Minimum fax
Autori: Lucarelli e Camilleri
Numero di pagine : 100
Prezzo: 10 €

Il libro ha una buona idea di fondo, unire in un unico libro due grandi protagonisti del romanzo poliziesco italiano, scritto da altrettanti autori di tutto rispetto sulla scena letteraria italiana.
Tuttavia la storia è poco convincente, sembra più una bozza di racconto che un romanzo e alla fine al lettore resta l’amaro in bocca per aver assistito a una storia che poteva risultare avvincente e invece si è limitata a sviluppare solo un paio di idee di fondo , senza entrare di più nel merito della trama e della psicologia dei personaggi .
Consiglio questo libro a chi vuole passare un paio di ore piacevoli (il libro visto il limitato numero di pagine si legge velocemente ) in compagnia di due ottimi autori che hanno prodotto un simpatico esperimento il cui giudizio sul risultato finale lo lascio al lettore.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.