Adobe After Effects (software di animazione grafica)

0 2

Componente essenziale di tutta la suite Adobe, il software di editing video After Effects è giunto ormai all’edizione CS 5.5.
Concepito, nelle sue prime edizioni, come un programma di post produzione e aggiunta di effetti speciali a filmati, negli anni si è evoluto in qualcosa di sempre più complesso, diventando una vera e propria soluzione professionale anche per l’editing e il montaggio del video.

Cominciamo col dire che si tratta di un programma dedicato al settore “professionale”: a coloro i quali, in definitiva, con l’animazione ci lavorano. Infatti, per quanto After Effects sia perfettamente in grado di gestire qualsiasi montaggio e “ritocco” di filmati casalinghi, il suo apprendimento richiede tempo, e molto più di un semplice tutorial. Se si considera che anche il prezzo non è “user friendly”, è d’obbligo definirne il settore di impiego prima di decidere se faccia al caso nostro.

Detto questo, pur consci che un workshop delle funzioni richiederebbe la creazione di un vero e proprio manuale d’uso, proviamo a riassumerne le caratteristiche più importanti.

E’ necessario sapere che, i settori in cui questo programma primeggia, sono senza dubbio quelli dell’effettistica video e dell’animazione 3D.
Per quanto riguarda gli effetti, è possibile applicare ai vostri filmati una sterminata serie di correzioni o di “migliorie” scelte in base alla vostre esigenze: dalle semplici regolazioni di contrasto, sfocatura, saturazione, luminosità, potrete infatti passare all’inserimento di ombre su qualsiasi elemento del vostro filmato, oppure ricolorare una parte di esso.
E, come se non bastasse, con un’ampia attenzione degli sviluppatori alla fase 3D, sarà possibile utilizzare pattern, texture o titoli di tipo tridimensionale.
E’ quasi superfluo aggiungere che, trattandosi di una delle soluzioni maggiormente evolute sul mercato attuale, After Effect è in grado di lavorare con le maschere e coi livelli, per poter creare vere e proprie “animazioni” nelle animazioni.
Per quanto riguarda la gestione temporale, quello che una volta era la pecca del programma, negli ultimi anni è stato sensibilmente migliorato. Chi ha utilizzato in passato questo gioiellino della suite Adobe ricorda che, a discapito di una impareggiabile flessibilità nel campo degli effetti speciali, esso presentava un macchinoso sistema dedicato al montaggio delle “timeline” e all’alterazione del flusso video/audio.
A partire dalla versione CS3, tutti questi limiti sono stati ampiamente superati: oltre al montaggio, infatti, è possibile usufruire di effetti complessi atti a gestire la sequenza temporale(timepitching, time warp ed echi temporali).
Un’ultima considerazione va fatta sulla grande versatilità offerta da questo software: per chi lavora a stretto contatto con programmi di grafica 3D quali Maya o Combustion(o qualsiasi altro software di grafica tridimensionale e vettoriale), è garantita la compatibilità con la maggior parte dei formati grafici o video attualmente più utilizzati.
Un occhio particolare va anche agli sviluppatori web: dopo l’integrazione, avvenuta alcuni anni fa, di Flash e Dreamweaver nella suite Adobe Master Collection, essi non hanno più nulla da temere quando intendono esportare contenuti derivati da questo potente software.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.