Airport Tycoon (videogame)

0 0

Nel panorama dei manageriali, una serie di discreta originalità e discreto seguito è quella di Airport Tycoon di Interactive Vision. Come il nome suggerisce, Airport Tycoon è un gestionale che ci mette alla costruzione e alla guida di un aeroporto. Il titolo è giunto alla terza incarnazione e presenta discreti miglioramenti rispetto all’esordio, anche se siamo lontani dai livelli delle produzioni più blasonate. Vediamo di capire perché. A livello grafico, per quanto chiaramente in giochi di questo genere la grafica non rivesta un ruolo decisivo, è impossibile però non rilevare una certa povertà di textures e scenari piuttosto scarni e tendenzialmente vuoti. Si può evidenziare poi un curioso problema di scala. I camion degli addetti al rifornimento sono enormi e assolutamente sproporzionati rispetto agli aeroplani. Il gameplay invece è studiato piuttosto bene. Gli aspetti del business che ruota attorno al nostro aeroporto, le varie trattative, le negoziazioni dei contratti, l’organizzazione dello scalo, sono presentati in maniera accurata, con buona dovizia di dettagli. Si fa sentire in modo pesante però la mancanza di un vero tutorial approfondito ed esaustivo e anche il manuale non aiuta nella prima presa di contatto. Nulla di impossibile comunque, con un po’ di pazienza si riesce a prendere la mano. Le modalità di gioco sono due: scenario e sandbox. La prima è semplicemente troppo povera. Ci sono pochissimi scenari e dopo aver preso dimestichezza con i comandi, questi risultano inevitabilmente troppo semplici e privi di sfida per il giocatore. La modalità sandbox dovrebbe essere invece il fiore all’occhiello della produzione e assicurare libertà e contenuti, ma alla fine non riesce a mantenere le sue promesse. Difatti fondamentalmente, il gioco si rivela troppo lento e a volte si scivola pericolosamente nella noia.
Se acceleriamo il tempo e il ciclo giorno e notte, il volo degli aeroplani rimane comunque in real time, col risultato che siamo fortunati se vediamo qualche decollo o atterraggio ogni tanto. Spesso inoltre passano minuti su minuti solo in attesa che vengano firmati i contratti con poco altro da fare. Il sonoro si attesta su livelli onesti, senza particolari aspetti da rimarcare. In conclusione, possiamo dire che si tratta di un titolo interessante che senza dubbio ha grandi potenzialità, tuttavia ancora in larga parte inespresse. Bisognerebbe decidere se indirizzarsi verso il mercato casual o orientarsi definitivamente verso una simulazione complessa. Da provare, sperando che il prossimo capitolo porti novità e migliorie per spiccare finalmente il volo tanto auspicato dagli appassionati.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.