Arisa: Amami

1 2

Arisa, al secolo Rosalba Pippa è entrata nella scena musicale italiana vincendo un Sanremo giovani qualche anno fa con una canzone che da subito divenne molto famosa ovvero “Sincerità”, ma oltre il testo la popolarità venne data dall’immagine ben costruita e ben pubblicizzata e sfruttata. Lei appariva impacciata, con una voce improponibile fuori dal palco, non certo da cantante, grossi occhiali e abiti non tipici di una ragazza della sua età, costruiva l’immagine della bruttina un po’ sovrappeso (fattore sfruttato quest’anno anche da una concorrente del grande fratello che ad arte ha costruito il modello della ragazza bruttina). Tutto basato su originalità e semplicità, si sarebbe detto immagine da perdente che però diventa vincente su di un palcoscenico. Tutti a chiedere se fosse realmente così o costruita e lei a sottolineare, la sua spontaneità e altro non ci si sarebbe aspettati. Cavalcò i talk show sull’immagine più che sulla musica. Non certo un testo profondo. Al suo fianco sempre il ragazzo, la solida storia d’amore, ragazzo e manager.
Sale quest’anno sul palcoscenico ed è tutto diverso, il testo si intitola “la notte”, è profondo, struggente, narra di una storia finita, il suo grande amore è realmente finito, cambia l’immagine abbandonati gli occhialoni i vestiti improbabili, resta la voce fuori dal palco sempre improponibile. E’ meno mediatica, più profonda, meno personaggio e più persona. L’intero album è struggente. Legato dal filo conduttore dell’amore finito. La copertina vede lei davanti ad uno specchio e sulla specchiera una testa con la sua parrucca e i suoi vecchi occhiali, i colori e l’atmosfera retrò. Sembra essersi spogliata della vecchia Arisa, aver tolto il personaggio. Ancora però gioca sull’immagine su quella vecchia storia e vien da chiedersi quanto anche questa operazione sia mediatica quanto reale, se è la persona a esser cresciuta o il personaggio che si mimetizza per vendere copie. Una cosa è certa, resta da chiedersi chi sia Arisa. Quest’anno si posizione seconda al festival, dopo Emma Marrone che ha potuto sfruttare la popolarità del programma che l’ha lanciata “Amici” che sembra avere l’abbonamento con il primo posto del festival di Sanremo.
Di seguito i testi contenuti nell’album “amami”.

1) Amami;
2) il tempo che verrà;
3) la notte;
4) l’amore è un’altra cosa;

5) ci sei e se non ci sei;
6) democrazia;
7) bene se ti sta bene;
8) poi però;
9) si vola;
10) nel regno di chissà che c’è;
11) missiva d’amore;
12) la notte (versione Sanremo).
Che sia persona o personaggioo, resta un prodotto di buona qualità in cui immedesimarsi, provare emozioni, vivere. In fondo questo è l’importante non il sottofondo personale dell’autore.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

1 Commento

  1. Opinione Recensione Arisa “Controvento”

    […] Italiana nelle sue vesti migliori, quello che decreta la canzone “Controvento” di Arisa la migliore tra quelle dei big, sovvertendo ogni forma di aspettativa e pronostico. Anche il web, e […]

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.