Arthur (film)

0 3

“Arthur” è una commedia brillante uscita nelle sale cinematogragiche americane la corsa primavera. La pellicola è diretta da Jason Winer ed è il remake dell’omonimo film del 1981, diretto da Steve Gordon con Liza Minelli e Dudley Moore. La commedia dura circa 110 minuti, attori protagonisti sono Russel Brand, Helen Mirren e Jennifer Garner. Fin dal trailer si capisce molto bene la caratterizzazione del personaggio di Arthur, uno stravagante milionario, che vive ancora con la sua tata, un eterno bambino che non vuole crescere e mettere la testa a posto. La storia inizia con una cena alla quale prende parte Arthur, nella quale la madre Vivienne esorta l’uomo a sposare Susan, una donna capace e molto intelligente, per tenere in mano le redini della società milionaria della famiglia dell’uomo. ll giovane uomo non ne vuole sapere di mettere la testa a posto, è un libertino ubriacone e non ne vuole sapere di legami e responsabilità Tuttavia acconsente a sposare Susan, con la quale si fidanza, pur di non perdere il patrimonio di famiglia 950 milioni di dollari. Un giorno Arthur conosce Naomi, una giovane e semplice ragazza con il sogno di scrivere un libro per bambini. Naomi e Arthur trovano subito un’intesa, l’uomo a poco a poco si innamora della ragazza. Tutti sono contrari alla scelta di Naomi come possibile fidanzata del giovane, anche se lei non sospetta nulla, invece la tata di Arthur vede in lei qualcosa di buono. Naomi ad un certo punto della storia riesce a coronare il suo sogno di diventare scrittrice, ma ben presto scopre l’amara verità. La cattiva Susan, svela alla donna che Arthur è molto ricco e che è stato lui a comprare la casa editrice, che ha pubblicato il libro. La ragazza è delusa e lascia l’uomo. Arthur si rassegna e per non perdere anche la madre e tutti i suoi soldi decide si sposare Susan. Il giono delle nozze è tragico, l’uomo si presenta ubriaco e non si sposa, tutti si convincono della scelta forzata tranne Susan, che finalmente appare per quella che è, una donna senza scrupoli e arrivista. Passano sei mesi, finalmente l’uomo ha messo ordine nella sua vita, è sobrio e non va più in giro a fare baldoria. In una libreria ascolta una lettura del libro di Naomi e finalmente sembra che la giovane lo abbia perdonato e così la storia può finire nel migliore dei modi, con un lieto fine in amore e anche nel denaro. Arthur prende le redini della società finanziaria e diventa un vero adulto. La commedia è consigliata a tutti, il genere è allegro e non mancano le batture sagaci e divertenti. Gli attori che interpretano i personaggi sono molto credibili, il ruolo si bizzarro e stralunato ricco calza a pennello a Russel Brand. Il film è molto scorrevole, il prezzo è quello del biglietto al cinema intorno ai 5 euro, dipende poi dalla programmazione e dalla distribuzione.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.