Aveeno (cosmetici)

0 3

Trovo i prodotti Aveeno in vendita in una parafarmacia che ha da poco aperto dalle mie parti. Uno degli ultimi prodotti che ho voluto provare è la Crema Idratante Corpo che viene venduta in un classico tubo con tappo a scatto, verde di colore e che può essere tranquillamente usato come base per il tubo in modo da avere sempre la crema nella posizione giusta per essere dosata.
Rispetto ad altre creme idratanti che ho trovato in diverso formato, in confezioni rigide con tappo piuttosto che con il tubo, trovo che questa crema offra un formato più igienico visto che la crema resta al suo interno e non entra in contatto con polveri o aria ma nel tubo si fa difficoltà a prelevare tutta la quantità disponibile visto che resta sempre un po’ di crema negli angolini, cosa che in una confezione rigida, con coperchio, non capita.
La crema apporta una discreta idratazione agli strati superficiali dell’epidermide ma secondo me si tratta di un effetto temporaneo.

Contiene Avena Colloidale, che ha delle note proprietà emollienti e va applicata in piccole quantità visto che se si esagera resta addosso una sensazione di appiccicoso che non è per niente gradevole. Si assorbe in fretta se dosata nel modo giusto. Basta applicarne un po’ di più del dovuto per avere quella sensazione di unto e di appiccicoso che proprio non mi va.
Non ha profumazione per cui si presta ad essere usata da uomini così come da donne. Il formato da 200 ml nel punto vendita in cui l’ho comprata io è costato 8.50 euro: non è delle più economiche – nei supermercati si trovano prodotti che costano meno ed hanno le stesse velleità in fatto di idratazione – ma probabilmente si paga anche il marchio. L’ho vista in vendita anche in un negozio di prodotti per neomamme ma non ho notato il prezzo.
Il lato negativo, secondo me, più che il prezzo, più che il fatto che si avverte una sensazione di unto se si esagera con la quantità, sta nella sua composizione visto che nell’elenco compaiono i tanto odiati derivati del petrolio che, volenti o nolenti, nelle creme idratanti sono molto comuni.
Aqua, Glycerin, Distearyldimonium Chloride, Petrolatum, Isopropyl Palmitate, Cetyl Alchol, Dimethicone, Avena Sativa, Benzyl Alchol, Sodium Chloride: questo l’elenco dei componenti che, letto così, dice ben poco, ma analizzato nel dettaglkio pone ai primi posti la glicerina – buona cosa visto che ha proprietà emollinenti, che è seguita a ruota dal petrolatum la cui origine si capisce bene già dal nome visto che è un derivato del petrolio. E non è l’unico componente un po’ “antipatico”: basta consultare il biodizionario per rendersi conto che non è per niente un prodotto naturale. Viene da se che la sensazione di idratazione sia del tutto sintetica e temporanea.

Un prodotto che, come ben si capisce, ha i suoi pregi e i suoi difetti. A me onestamente non è piaciuto molto ed ho preferito prodotti idratanti di altre marche. Basta cercare un po’ e prodotti senza derivati del petrolio se ne trovano, e pure a prezzi inferiori. Poi, ovviamente, è una questione di gusti personali.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.