Biancaneve (2012) con Julia Roberts e Lily Collins

0 1

Film ispirato alla celebre storia dei fratelli Grimm, Biancaneve e i sette nani. Uno splendido cast di attori celebri quali Julia Roberts e Lily Collins, trasformano questa splendida fiaba in un film quasi d’azione.

Il Film inizia col raccontare le avventure di un regno andato in malora, per gli stupidi vezzi di una Regina Strega che, in seguito ad un matrimonio di interessi ha rubato il regno destinato alla sua Figliastra, Biancaneve.

La strega ossessionata dalla sua persona, confidando nel complimenti di uno specchio stregato, ben presto si renderà conto di non essere la donna più bella del reame, poichè Biancaneve, crescendo, sembra essersi aggiudicata questo vanto.
In preda all’ira la strega comanderà a dei suoi seguaci di abbandonare la bella fanciulla nel bosco. Biancaneve, al contrario della celebre fiaba, non troverà le cure amorevoli degli animali e dei nanetti, ma cadrà nelle grinfie di una temibile bestia che non aspetta altro che divorarla. Biancaneve dopo varie peripezie riuscirà a liberarsi dal mostro ed incontrerà un gruppo di ladruncoli che la ospiteranno e la renderanno un’abile spadaccina, pronta a combattere per riacquistare tutti i suoi diritti sul suo regno e liberarsi della strega malvagia e vivere per sempre in pace tra le braccia del suo amore, il principe Andrew, trasformato dalla strega in un cagnolino. Riuscirà dunque Biancaneve a salvare il regno e a rompere l’incantesimo fatto al principe dalla crudele strega?

Il film stravolge quella che è la trama della fiaba, con scene auto ironiche ed imprevisti appassionanti, non è la classica fiaba da raccontare ad un bambino, per fargli trascorrere una notte tranquilla.

Adatto ad un pubblico più adulto che in molte scene saprà raccogliere un pò di risate nelle avventure che sembrano, pensate proprio per far divertire.
Le scenografie, richiamano un antico gusto classico, che si sposa bene con la trama del film, ma il tutto appare meno incantato, di quanto ci si sarebbe aspettati.
Il colpo di scena è quello della voce narrante che poi si scoprirà appartenere al personaggio negativo di tutta la storia. I nanetti vengono stravolti nelle azioni e nei loro nomi resi più credibili, anche questi godono di una buona dose di ironia, che talvolta sfocia nella loro autocritica riguardante la loro minuta statura. Il principe non viene visto come il bello di turno, con andamento fiero e sicuro, ma spesso incorre in scene comiche dovute alla sua sbadataggine.

Un film da non perdere se si vuole trascorrere un’ora e mezza di spensieratezza concedendosi qualche risata, ricordando, magari in qualche scena il celebre cartone della Dinsey dal quale ha preso spunto, ma la cui trama è stata completamente modificata, rendendolo un film a tutti gli effetti, ma che celebra nel suo intrinseco la magia della fiaba per bambini.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.