Blauer (caschi)

0 39

Se pensiamo a qualche anno fa, quando andare in giro con un casco in testa era quasi mal visto, notiamo come le cose siano cambiate, come sempre di più i motociclisti abbiano acquisito coscienza in merito all’importanza delle protezioni quando si viaggia su due ruote. Di testa ne abbiamo una sola ed è fondamentale proteggerla nel miglior modo possibile. Voglio a tal proposito, a chi non li conoscesse ancora, parlare della linea di caschi della Blauer.
Da più di 60 anni Blauer è il marchio leader in America per quanto concerne le forniture dei capi tecnici per i corpi di polizia. Il marchio ha ormai acquisito fama anche in Italia grazie a capi di grande stile e qualità.
Blauer Helmet, il logo della linea di caschi Blauer, nasce quindi da un’esperienza di tecnicità e design invidiabili, e i risultati non deludono le aspettative.

Il punto di forza dei caschi Blauer è proprio questo perfetto mix, tra elevato design dalle linee eleganti e sinuose e grande performance tecnica, che li rendono adatti quindi a chi cerca la sicurezza senza scendere a compromessi con lo stile. I caschi Blauer assicurano comfort e protezione , la calotta esterna è infatti formata da resina tricomposita in dyneema, carbonio e fibre aramidiche.
Tra l’assortimento dei prodotti troviamo le linee City e Trooper, caschi jet ideali per città e disponibili in un vasto assortimento di colori, e poi per i bikers più esigenti la linea Force One, che però propone un solo modello di casco integrale, che seppur di alta qualità mostra forse l’unico punto di debolezza della casa.
E’ evidente infatti che la Blauer Helmet miri ad un segmento di mercato particolare. Personalmente, guidando una moto sportiva, non opterei per un casco Blauer. La scelta del casco, è infatti, almeno a mio avviso, una scelta prettamente personale, dettata dalle esigenze e dall’uso che ne andremo a fare , oltre che dal gusto estetico. Ritengo che tali caschi siano perfetti per chi guida scooter o moto di piccola o media cilindrata, soprattutto in città, al tempo stesso però non li ritengo adatti per chi viaggia o predilige uno stile di guida più sportivo.
Non va tralasciato poi che, molto spesso, a guidare la scelta del casco vi sia anche un budget prestabilito.La fascia di prezzo in cui i prodotti si collocano, medio/alta, li rende dei prodotti non alla portata di tutti, anche perché ormai sono molte le case produttrici sul mercato , è sufficiente fare un giro in internet, o in qualsiasi rivenditore di articoli per motociclisti, per scoprire che si trovano caschi simili anche al 50% in meno. E’ ovvio che lo stile e la qualità vadano pagati, non dimentichiamo, però, che anche il Logo si paga …

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.