Canon 550D EOS (macchina fotografica)

0 3

La Canon 550D EOS, premiata nel 2010 col prestigioso TIPA Best D-SLR Advanced Award, ha rappresentato un pietra quasi miliare nella gamma di corpi macchina per non professionisti offerta dal colosso giapponese, riuscendo ad associare una risoluzione di 18 megapixel ad un sensore a formato ridotto (APS-C).
I punti di forza di un corpo macchina, che ribadisco si posiziona nel segmento entry-level di Canon, sono anche molti altri. Il primo è il range di sensibilità del sensore che va dai 100 ai 6400 ISO estendibile fino a 12800 (come nei modelli 600D e 1100D di imminente uscita) contro i soli 100-3200 ISO estendibili di uno stop delle concorrenti 500D e 1000D. Interessante la funzione di AutoISO che permette ora al fotografo di impostare un tetto massimo. Un secondo punto di forza è la possibilità di ripresa in modalità live view, sfruttando un display LCD ad alta risoluzione da 7,7 cm (3″) in formato 3:2. Un terzo punto di forza è la possibilità ormai introdotta da tempo da Canon sui suoi modelli di registrare filmati in formato Full-HD con controllo manuale a frame rate selezionabile dal fotografo: notevoli le funzionalità a disposizione e i settaggi modificabili durante la ripresa stessa quali la sensibilità ISO, il bilanciamento del bianco, l’apertura dell’otturatore, nonché la funzione di ritaglio video che permette di ingrandire le immagini in presa diretta fino a 7x. I formati video previsti sono a 1080p, 720p e SD/VGA.
Compatibile con tutti gli obiettivi canon EF ed EF-S e coi flash Speedlite della serie EX, la canon 550D è caratterizzata da un sistema di messa a fuoco AF a 9 punti a croce (caratteristica dei più recenti modelli EOS). Il suo sistema di misurazione esposimetrica può contare di ben 63 zone di rivelazione. Abbastanza robusta e non troppo pesante, la 550D conferma gli alti standard qualitativi Canon su un modello entry-level, anche se a differenza di altri modelli meno amatoriali il produttore non garantisce un numero minimo di scatti.

Alcuni punti deboli. Nata per un target amatoriale il giusto compromesso tra qualità e prezzo ha portato Canon a riservare solo a modelli più professionali (vedi 7D) la presenza di un doppio processore. Tanti megapixel in presenza di un solo processore d’immagine DIGIC 4 a 14 bit si pagano con una limitata velocità di scatto pari a 3,7 fps (contro gli 8 fps della già citata 7D). Inoltre, da notare la scarsità di formati RAW e formati RAW +JPEG e una restrizione della funzionalità di bracketing AE a solo +/- 2 stop.
Tutto sommato, per un prezzo di mercato intorno ai 600 euro, che diventano quasi 800 in kit coll’obiettivo EF-S 18-55 mm f/3,5-5,6 IS – sperando in qualche ulteriore ribasso vista la prossima uscita del modello 600D – la canon 550D EOS è caratterizzata da un ottimo rapporto tra qualità e prezzo, riducendo veramente al minimo i compromessi da accettare.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.