Canon PowerShot SX230 HS (fotocamera Canon)

0 3

La Canon, con la SX230 HS della fortunata linea PowerShot, compie un significativo miglioramento della precedente PowerShot SX210 soprattutto in termini di una maggiore qualità delle foto in condizioni di luce più precarie. Il suffisso “HS sta per High Sensitivity, la migliore sensibilità del sensore, infatti, contribuisce a produrre degli scatti migliori in condizioni di luce scarsa. Il sensore è di tipo CMOS da 12.1 Megapixel e dimensioni pari a 1/2.3″. Se con la precedente SX210 con valori superiori ai 400 ISO il rumore iniziava ad essere fastidioso, con la SX230 HS si arriva tranquillamente a 1600 (il massimo è 3200).
Esteticamente la fotocamera segue le linee delle ultime Powershot con un bel profilo sottile, la parte anteriore lucida e diversi colori disponibili (anche il rosa tanto apprezzato dall’utenza femminile). Le dimensioni sono compatte anche se non si direbbe esattamente tascabile a causa della sporgenza dell’obiettivo. L’equilibrio complessivo della SX230 è buono solo che con l’obiettivo esteso completamente diventa leggermente pesante, tanto da fare dell’impugnatura a due mani una necessità. Un’altra novità che caratterizza la SX230 HS è la presenza di un modulo GPS per geo-taggare le foto. Si tratta della prima volta della disponibilità di una funzionalità del genere su di una compatta Canon. Con il software a corredo si può creare una mappa del “percorso” fotografico realizzato.
L’obiettivo della fotocamera è un 5 – 70 mm (equivalente a 28 – 392 mm in formato 35 mm). Lo zoom ottico presente è 14x, che combinato con quello digitale arriva fino a 56x. È presente anche un sistema di stabilizzazione dell’immagine di tipo ottico. Durante la ripresa dei video, invece, si attiva lo stabilizzatore IS Dinamico. I filmati possono essere registrati in full HD (1080p) a 24 fps fino alla risoluzione di 1920×1080. L’audio dei filmati è stereo e durante la ripresa lo zoom ottico rimane attivo.

La messa a fuoco settata in automatico prevede una distanza minima di 5 cm dall’obiettivo. Tramite menù è possibile invece bloccare la messa a fuoco nonché passare alla regolazione manuale.
Lo schermo per monitorare la scena è un LCD TFT PureColor II da 7,5 cm di diagonale (3 pollici) con 461.000 punti di risoluzione e rapporto di immagine 16:9. La luminosità è regolabile su 5 livelli progressivi.
Il flash è a scomparsa ed è situato sulla parte alta a sinistra. La potenza del flash è regolabile in modalità manuale su 3 livelli. Le altre modalità di impostazione sono: Automatico, On / Off, sincronizzazione lenta.
La funzione principale della SX230 è la Smart Auto, la quale consente il riconoscimento automatico di 32 tipi di scena predefiniti (21 in registrazione dei filmati). È ovviamente presente anche una funzione di riconoscimento volti e la funzione di riduzione dell’effetto “occhi rossi”.

I supporti di memorizzazione accettati sono: SD, SDHC, SDXC, MMC. Infine, la batteria ricaricabile è agli ioni di litio con un’autonomia di circa 210 scatti.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.