Capture Totale Dior

0 3

Il fondotinta è ormai considerato l’ultimo momento del trattamento. Quelli di nuova generazione rispondono anche a un’altra esigenza: un effetto maquillage molto leggero unito a formule sempre più “attive”. Ideale per chi arriva a un’età in cui le abitudini del trucco cominciano a cambiare. se da ragazze ci si può concedere un viso acqua -e-sapone, la soglia dei 40 richiede un nuovo equilibrio: con l’eccesso si rischia inevitabilmente l’effetto agé. Dior, ispirandosi alla bellezza luminosa di Sharon Stone, ha creato un nuovo fondotinta, Capture Totale Fond de Teint Sérum E’clat Haute Définition, estensione dell’omonima linea antiage di cui l’attrice è testimonial. La formulazione è una sinergia di pigmenti “cristalli liquidi ad alta definizione” e della celebre formula antietà di Capture Totale, linea di successo della maison. I primi servono a ricreare virtualmente l’omogeneità del colorito perfetto e dare alla carnaggione una luminosità che sembra provenire dall’interno, mentre la seconda corregge i segni di invecchiamento, grazie a un pool di ingredienti che aumentano la vitalità cellulare. In più, il fondotinta contiene un Spf 15. La tecnologia si basa su principi attivi che stimolano il colorito. Con l’età, l’alterazione della pelle crea zone d’ombra sul viso, le cui variazioni possono essere misurate in pixel, la più piccola unità che compone ogni immagine, come nelle foto digitali. Più il numero di pixel è elevato, maggiore è l’omogeneità della grana della pelle, proprio come su uno schermo ad alta definizione. E’ il ruolo giocato dai pigmenti che, avendo una struttura multistrato, hanno una palette di sfumature più ampia e realistica rispetto a quelli classici (rosso, giallo,bianco, nero), normalmente utilizzati nei fondotinta.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.