Cars 2 (film)

0 4

“Cars 2” è il titolo di un film americano prodotto nel 2011. In pratica, è il seguito del famoso “Cars”, uscito 5 anni fa. Come questo è un film principalmente di animazione, ma anche d’avventura e fondamentalmente una commedia. I suoi registi sono Brad Lewis e John Lasseter. I protagonisti originali americani di questa pellicola sono Cheech Marin, John Ratzenberger, Larry The Cable Guy, Owen Wilson e Tony Shalhoub. Tuttavia, i personaggi del film sono delle auto, i cui nomi principali sono Cricchetto, Finn McMissile, Guido, Holley Shiftwell, Luigi e Saetta McQueen. Lo sfondo di questa pellicola è il fantomatico mondo delle auto da corsa, rivisto e corretto per essere un’opera di animazione. Il tutto è ambientato durante un ipotetico Gran Premio Mondiale che stabilirà quale sia la vettura più veloce della terra. La candidata numero uno è Saetta McQueen, e Cricchetto è il suo fedele carro attrezzi, determinato a supportare fino in fondo la sua avventura. Tuttavia, esso si trova invischiato in una oscura storia, che sembra prendere sempre più i connotati di una vicenda di spionaggio internazionale. A questo punto, il film acquisisce ulteriore “velocità”, con tutta una serie di avventure del tutto particolari, che mostrano un ampio raggio di azione, che va dal Giappone all’Italia, dalla Germania all’Inghilterra, e via dicendo. La personalità di Cricchetto soffre di una sorta di sdoppiamento, soprattutto per quanto concerne i suoi obiettivi. Cricchetto si trova da un lato a perseguire degli obiettivi che sono del tutto segreti, mentre dall’altro ambisce a sostenere Saetta McQueen nella conquista del titolo mondiale di super auto veloce. Così, l’atmosfera inizialmente dedicata al genere di animazione, abbraccia le cause di un vero e proprio film avventuroso, con dei tratti da thriller che sono del tutto particolari per un film come “Cars 2”. D’altra parte, questo sequel aveva bisogno probabilmente di un cambio di passo, per cercare di mantenere viva l’attenzione del pubblico com’era stata per il primo episodio. Inoltre, ogni seguito soffre sempre la fama del primo episodio, che ha il carattere inimitabile di qualcosa di inedito. Sotto questo aspetto, non deve essere stato facile procedere a questo secondo episodio. Nonostante ciò, mi sembra che i risultati siano positivi. A me ha convinto prima di tutto il fatto di essere usciti dai vincoli del mono genere di animazione. Poi, effettivamente, è attraente tutta quella parte dinamica, fatta di inseguimenti, fughe, con i protagonisti del film che competono con dei personaggi inquietanti che minacciano la loro esistenza. Il tutto si rivela ad alta tensione e favorisce il gradimento delle scene e la piacevolezza complessiva della pellicola. Per il resto, rimangono i limiti che sono relativi a quelli di un seguito. Nell’insieme delle varie considerazioni possibili, sono comunque propenso a consigliarne la visione. Il prezzo del film è quello del biglietto del cinema, dal momento che è in programmazione. Tale costo dalle mie parti è pari a 8 euro. La pellicola è disponibile anche per una visione in 3D.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.