CIAK SI GIRA 4: Il matrimonio che vorrei

0 0

Qualche tempo fa, sfogliando un settimanale appena pubblicato in un attimo di tranquillità, scorgo la notizia che ad ottobre sarebbe uscito nelle sale cinematografiche italiane un nuovo film dal titolo “Il matrimonio che vorrei” con Maryl Streep, commedia che racconta la storia di Kay e Arnold coppia di sposi da più di trent’anni, con quotidianità sono ben radicate, che apparentemente soddisfano lui, ma che fanno sentire Kay sola ed infelice, ma decisa a ritrovare la loro unione ricca e feconda del passato. Venuta a sapere della terapia di coppia che tiene un famoso psicologo convince anche il marito, peraltro decisamente scettico a parteciparvi, sperando di poter riaccendere la scintilla che si è spenta con gli anni.
Ho deciso da subito di dire a mio marito che al film stavano per dare un film da non perdere, sicura che sarebbe stato bello e divertente, nonchè ricco di spunti di riflessione per le varie attività che svolgiamo sia con i fidanzati in preparazione del matrimonio, che per quelle in Equipe Notre Dame.
Siamo andati la scorsa settimana, accompagnati da una coppia di amici, e ne siamo usciti tutti soddisfatti, rilassati, divertiti.

Gli attori sono straordinari nell’intensità emozionale che trasmettono, malgrado la leggerezza della commedia, ma gli argomenti e problematicità trattati fonte spesso di reali drammi familiari.
Gli spettatori era quasi esclusivamente coppie, che andavano dai 45 ai 65 anni.
Si alternevano momenti di attenzione, altri di commozione, altri di sonore risate; su quest’ultima reazione era divertente il fatto che il più delle volte le risate erano di genere: battute o situazioni che facevano ridere noi donne (quando mettevano in evidenza chiari errori, deficit, sbagli del marito), altri che facevano ridere gli uomini (quando mettevano in evidenza chiari errori, deficit, sbagli della moglie).
Insomma, non mi dilungo ulteriormente, se avete voglia di divertirvi e trascorrere qualche ora in relax, magari potendo anche cogliere qualche spunto di riflessione sulla vostra storia affettiva, vi consiglio di vedere tale flim.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.