COME CAPIRE SE UNA PERSONA MENTE O DICE LA VERITA’

0 0

A tutti piacerebbe disporre di un siero della verità… che obblighi, colui che hai davanti ad essere sincero. Purtroppo sieri del genere non esistono, quindi… cerchiamo almeno di scovare i “bugiardi” con metodi più reali: il linguaggio del corpo.
Se, infatti, mentire è semplice per la bocca, spesso non è poi così semplice per il resto del corpo.
Qui indicherò alcuni comportamenti sintomatici di un menzognero. Tuttavia dobbiamo stare ben attenti a non assegnare un ruolo decisivo ad uno solo di questi elementi, in quanto potrebbero essere causati anche da altri fattori, quali la timidezza, la tensione o la preoccupazione… Ma quando una persona mente molto probabilmente sussisteranno tutti, o quasi tutti, questi elementi:

– Guardare negli occhi una persona a cui si sta mentendo è sicuramente la prova più difficile. Non si riesce a sostenere il suo sguardo per più di qualche secondo e si tenta di divagare altrove, guardandosi intorno, ma soprattutto per terra. Ma è anche vero che i più “esperti” hanno già imparato a superare questo ostacolo e sono perfettamente in grado di fissare qualcuno in faccia anche se dalla loro bocca non sta uscendo la verità
-Portare mano (o mani) dietro al collo. Significa spesso che la persona sta mentendo.
-Vergogna, solitamente è espressa da una mano sulla fronte che tende a coprire gli occhi.
– Quando il soggetto si gratta il naso ci sta nascondendo qualcosa. Questo è causato dal tessuto erettile presente sotto al naso, che ci prude quando tentiamo di nascondere qualcosa.

– Guardare in alto a destra indica che il il soggetto sta facendo “lavorare” il lobo creativo del suo cervello, cioè sta inventando qualcosa, in pratica mente.
– Guardare in alto a sinistra indica che il soggetto sta ricordando una immagine di qualcosa, o comunque un evento, non sta mentendo, ma sta cercando di ricordare.
Attenzione: Se la persona è mancina i casi si invertono. Purtroppo non sempre possiamo sapere se il nostro interlocutore sia mancino o meno.
– Se notiamo che la faccia del soggetto non è simmetrica nell’assumere una forma, allora il nostro soggetto sta cercando di fingere un’espressione, magari per far credere di provare qualcosa che in realtà non prova.
-Le mani che si muovono freneticamente, che stringono con forza oggetti come fogli di carta o che impugnano un cellulare sono proprio le mani di un menzognero. Lo stesso per i piedi: se, per esempio, una persona accavalla le gambe mentre gli parli, oppure gira i piedi senza accorgersene verso la porta o un’ altra via d’uscita vuol dire che non vorrebbe trovarsi in quella situazione, anzi che vorrebbe fuggire da li.
– Se le parole poi, vengono espresse velocemente, tagliando le frasi e omettendo il significato probabilmente il nostro interlocutore non è sincero.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.