Condizionatori Daikin (elettrodomestico)

0 3

Se penso ai condizionatori Daikin mi viene in mente la pubblicità, come prima cosa, poi la frescura che abbiamo avuto la scorsa estate quando siamo stati in vacanza al mare, ospiti da amici. La loro abitazione era dotata di un climatizzatore Daikin e l’occasione è stata utile per farci un’idea di questo tipo di apparecchi. Il modello che avevano i nostri amici un modello a parte che se non ricordo male era un 12000 BTU INVERTER con alimentazione a 220 Volt, poteva essere regolato e comandato con un comodo telecomando ad infrarossi. Comodo e semplice da usare, era anche carino a vedersi visto che l’estetica curata lo rendeva perfettamente in linea con l’arredo dell’abitazione. Come tutti gli apparecchi di questo tipo era dotato di macchina interna ed esterna: non troppo rumoroso, facile da regolare, ottimo per regolare la temperatura interna all’ambiente in cui era sistemato. Mi è sembrato davvero un buon prodotto. L’amico che ci ospitava ci ha detto di essersi affidato a Daikin senza ombra di dubbio sulla scia di una positiva esperienza in ufficio dove aveva da anni condizionatori di questo marchio in diverse stanze senza aver mai avuto problemi. Ovviamente è necessario provvedere a regolare manutenzione. Oltre che regolare la temperatura con il telecomando, si può anche programmare l’accensione e lo spegnimento: caratteristica molto utile per l’ufficio ma anche per casa a dire il vero. Si può anche selezionare una particolare modalità di funzionamento denominata “Sleep” che è ancora meno rumorosa del normale. In questa modalità il condizionatore può essere lasciato acceso anche di notte senza dare fastidio nemmeno a coloro che avessero il sonno leggero. Climatizzatori Daikin sono pensati con una particolare tecnologia, la Tecnologia INVERTER PAM (Pulse Amplitude Modulation). Si tratta di una tecnologia all’avanguardia che permette di regolare in continuazione e automaticamente la potenza e la velocità dei climatizzatori a seconda della temperatura esterna e ai valori che vengono impostati per gli ambienti interni. Grazie a questa tecnologia si evitano continui spegnimenti ed accensioni che, invece, sono all’ordine del giorno per modelli tradizionali e privi di una tecnologia di questo tipo. Sono anche pensati per attuare un buon risparmio energetico pari al 30% rispetto ai modelli tradizionali e non mi sembra un elemento da trascurare nella scelta di un prodotto di questo tipo.
Consiglio di comprare, comunque, questi prodotti da chi poi possa installarli e fornire indicazioni precise in merito all’assistenza: ci sono dei punti vendita autorizzati Daikin che secondo me sono i riferimenti migliori.
Io non ho esperienza diretta per cui riporto ciò che mi ha detto il nostro amico: la spesa complessiva dell’operazione climatizzatore, posa in opera e tutto il resto ha comportato una spesa di poco meno di 2.000 euro.

Magari in circolazione ce ne sono pure di più economici ma avranno di sicuro caratteristiche diverse e spesso le offerte a prezzi bassi non sono poi così convenienti.
Io trovo che dei condizionatori Daikin ci si possa fidare e si avrà in casa un ottimo prodotto che è valso la pena comprare.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.