Contagion (Film Thriller 2011)

0 2

Presentato fuori concorso al Festival del Cinema di Venezia 2011, questo thriller dal ritmo incalzante è stato diretto dal regista statunitense Steven Soderbergh. Originario di Atlanta, Soderbergh raggiunge l’apice del successo con “Traffic”, per il quale ha vinto l’Oscar alla regia, e con “Erin Brockovich”.

Contagion“, di cui è anche direttore della fotografia, è il suo ventisettesimo lavoro e pare che dopo il suo lancio il regista voglia prendersi un lungo momento di pausa. Alla sceneggiatura un altro nome importante nel panorama della cinematografia internazionale: Scott Z. Burns, noto al grande pubblico per aver scritto il soggetto di “The Bourne Ultimatum”. L’eclettico musicista e batterista Cliff Martinez è invece il responsabile alle musiche. Un sodalizio ben rodato quello composto da Soderbergh e Martinez che collaborano sin dai tempi di “Sesso, bugie e videotape”. Il risultato è eccellente. Al montaggio Stephen Mirrione, agli effetti speciali Michael Ahasay, alla scenografia Howard Commings. Insomma un team di grandi professionisti, con una lunga esperienza alle spalle, completato da una cast veramente stellare. A firmare per primi il contratto nel febbraio 2010, Matt Damon (Will Hunting) e Jude Law (Alfie), nuovamente insieme dopo lo strepitoso successo de “Il talento di Mr. Ripley”, ai quali si sono presto aggiunte le strepitose e pluripremiate Gwynet Paltrow (Shakespeare in love), Marion Cotillard (La vie en rose) e Kate Winslet (The Reader). Tra i protagonisti anche l’attore afroamericano Laurence Fishburne (Matrix) e Jennifer Ehle (Il discorso del Re). Prodotto e distribuito dalla Warner Bros. Pictures, questo film racchiude in sé suspance, fantascienza e azione. Centosei minuti che ti inchiodano alla poltrona lasciandoti con il fiato sospeso.

Girata tra Atlanta, Minneapolis, Chicago, Giappone, Dubai, Svizzera, Malesia, Russia, Regno Unito e Brasile, la pellicola è costata circa sessanta milioni di dollari ma già alla sua prima uscita negli Usa aveva fatto registrare incassi record. Uscito a novembre anche nelle sale italiane, ha immediatamente incontrato i consensi di critica e pubblico. Fulcro centrale della storia un virus mortale, molto simile a quello che nel 2009 ha colpito gli abitanti dell’Europa, degli Stati Uniti e dell’Asia, che minaccia di decimare la popolazione mondiale. Chiamati ad intervenire per trovare velocemente una cura sono gli esperti del CDC (ai cui specialisti Soderbergh ha realmente chiesto una collaborazione per la realizzazione del film). Di ritorno da Hong Kong, Beth Emhoff muore a causa di quella che apparentemente sembrava solo una banale influenza. E’ l’inizio di un incubo. La malattia è sconosciuta all’ambiente scientifico internazionale e si sta diffondendo velocemente in tutto il globo con esiti catastrofici. Mentre il responsabile del CDC, il Dr. Ellis Chever resta in Europa a supervisionare la situazione, Erin Mears indaga sui casi di morti sospette negli Usa. La dottoressa Leonora Orantes viene invece inviata in un villaggio cinese alla disperata ricerca del paziente zero. Tra false notizie pilotate e morti incontrollate, la psicosi collettiva è dietro l’angolo!

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.