Convivenza (relazione)

0 2

Vivere o non vivere assieme? Questo è il dilemma…come un dubbio shakespiriano questa domanda si insinua in noi quando prendiamo in considerazione il fatto di poter andare a vivere con qualcuno.
Personalmente penso che sia però importante distinguere se questo qualcuno con cui andiamo a vivere possa essere un nostro amico/a oppure la nostra fidanzata/a perchè se anche le cose possono sembrare molto diverse, non lo sono poi tanto.
Partendo da quest’ultimo caso ci rendiamo conto che le cose da tenere in conto sono simili, se non anche uguali, infatti dovremmo considerare le seguenti cose:

1-In primis bisogna assolutamente essere consapevoli del fatto se si sta bene con il proprio partner o futuro inquilino, in quanto è indispensabile per una convivenza (di qualsiasi tipo come dicevamo prima) andare già d’accordo: non ci sarebbe nulla di più errato nell’iniziare una convivenza con qualcuno con cui abbiamo già dissapori e litigi anche perchè la cosa potrebbe degenerare sempre più e questo sarebbe come partire con il piede sbagliato.
2-Dobbiamo mettere in conto che bisogna sempre portare rispetto alle persone con cui viviamo e questo deve essere reciproco, infatti ognuno ha i propri difetti e questo è normale, però devono essere reciprocamente accettati e fare in modo che le nostre “imperfezioni” non arrechino più di tanto disturbo all’altra persona.
3-Bisogna essere disposti a parlare e a confrontarsi, perchè questo è l’unico modo per risolvere i dubbi e i dissapori che possono nascere. E’ molto importante anche ascoltare, in quanto permette di dare dei consigli utili all’altra persona.E’ errato,invece, non parlare per timore di creare litigi, perchè al contrario questo può solo aiutare.
4-Sarebbe giusto da subito dividersi i compiti e le faccende di casa, di modo da non avere poi da litigare per mancanza di rispetto, problemi pratici all’interno dell’abitazione,ecc…Magari si può anche essere accomodanti l’uno con l’altro: uno fa più spesso una cosa che gli risulta meno pesante e l’altro ne può fare un’altra che gli è più congeniale.

5-Un’altra cosa molto importante (sia se vivete con un coinquilino/a che con il vostro partner ) è di non invadere gli spazi l’uno dell’altro: in quanto fa bene a ciascuno di noi avere i propri momenti di riflessione e di attività soli con noi stessi: questa è una componente fondamentale per far durare una relazione e vale sia per le amicizie che per le storie d’amore.
Sicuramente l’esperienza della convivenza è consigliata (perchè anche se può portare alla nascita di dissapori,che però in fondo ogni tanto,se ovviamente non degenerano e perseverano, sono normali), in quanto è un’esperienza che arricchisce e può dare gioia dato che permette di condividere la propria vita con qualcuno.
Invece, se purtroppo non si riescono a limitare i litigi e la situazione son si rimette apposto si incorre nello svantaggio di poter perdere, magari per sempre, un amico o il proprio partner.
Ma credo che la buona volontà sia la chiave di tutto e con questa veramente ce la si può fare a superare molti ostacoli. Quindi: impegnatevi e vedrete che ne varrà la pena!

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.