Crossing Over (film)

0 2

Il film è uscito in poche sale cinematografiche nel 2009 in maniera indipendente. Appartiene al genere drammatico, dura circa due ore ed è stato sceneggiato e diretto dal regista sudafricano Wayne Kramer. Si tratta di un film corale, che racconta più storie intrecciate tra loro, nel cast spiccano i nomi di Harrison Ford, Ray Liotta, Ashley Judd e Jim Sturgess. Tutti i protagonisti del film sono in un certo modo coinvolti con i permessi di soggiorno che continuamente immigrati regolari o irregolari in America devono ottenere dall’Agenzia Federale per l’Immigrazione. Alcuni percorrono la strada burocratica in maniera corretta altri ricorrono alla violenza e al denaro. Taslima è una giovane originaria del Bangladesh, che viene rispedita nel suo paese natio insieme alla madre. La giovane è stata segnalata perchè ritenuta pericolosa dopo alcuni suoi scritti scolastici sul terrorismo. Il suo avvocato Denise Frankel riesce però a far restare in America il resto della sua famiglia. Denise è sposata con Cole, un agente presso l’Agenzia per l’immigrazione, ma l’uomo ha una doppia vita. Tradisce la moglie con una giovane australiana a cui ha promesso la green card in cambio di favori sessuali. Dopo l’arresto del marito, che viene scoperto per le falsificazioni che ha effettuato, l’avvocato adotterà da sola una piccola immigrata africana. Cole è stato smascherato perchè il tipografo che si occupava delle falsificazioni è stato ucciso. Il giovane di origine messicana era stato ucciso insieme alla fidanzata di origine iraniana per un regolamento di conti e per lavare il disonore dalla famiglia della giovane. Nella famiglia della ragazza, che viveva in America da molti anni legalmente, c’è anche un agente dell’immigrazione, Hamid Baraheri. Il ragazzo pur sapendo di dover denunciare il fatto, tace e copre il padre responsabile per il duplice omicidio, ma la cosa viene scoperta dal suo collega Max Brogan, interpretato da Herrison Ford. Altre storie fanno da cornice, come quella del giovane musicista inglese Gavin, che per restare in America si finge un credente ebreo e ottiene il visto per restare, ma solo con la promessa fatta ad un rabbino di iniziare a seguire delle vere lezioni di religione e ad entrare nel coro della chiesa. Il film è stato presentato anche al Film Festival di Taormina ricevendo molto apprezzamento. la storia per quando intrecciata e corale affronta la delicata questione dell’immigrazione, un tema universale che coinvolge molti paesi nel mondo. Il film è consigliato a tutti, principalmente ad un pubblico adulto. I temi afforntati sono espliciti e duri in alcune scene. Sono molti gli spunti di riflessione e le occasioni per far nascere un dibattito. L’interpretazione degli attori è credibile, molto interessante e ben costruita è anche la sceneggiatura, curata nei minimi dettagli per dare maggiore pathos e tensioni drammatica alla storia. Il prezzo del film è di circa 15 euro per il dvd, è possibile trovarlo anche a meno su internet in qualche sito di e-commerce on-line.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.