Dead Space 3 (videogioco)

0 3

L’8 febbraio è arrivato in tutti i negozi di informatica il terzo episodio della serie prodotta da Visceral Games: Dead Space 3.

Il protagonista è sempre Clarke Isaac, che nel secondo capitolo aveva sconfitto i Necromorfi, incontrati mentre stava effettuando una missione di salvataggio e il cui scontro aveva portato l’ingegnere a rassegnarsi nelle sue ricerche e nei suoi esperimenti. Dead Space 3 invece si riapre con una nuova missione per Clarke: sconfiggere il Marchio per ridare fiducia e speranza a tutta l’umanità.

Con il terzo capitolo è stata inserita la modalità co-op che è riuscita a mantenere lo stile tipico del gioco grazie a delle scelte tattiche che hanno consentito a questo stile multi player di inserirsi al meglio nel gioco e di aumentare ancora di più il gameplay della serie. La modalità co-op contiene una serie di missioni secondarie in cui che vedono partecipare sia Isaac Clarke che il suo amico John Carver, affetto da problemi psichici in seguito a una serie di traumi.

Il gameplay di Dead Space 3 è rimasto quasi immutato e anche in questo capitolo il personaggio si ritrova in lunghi corridoi spaziali e in ambienti aperti come i monti innevati del pianeta Tau Volantis, la sede del Marchio e l’obiettivo finale di Clarke. Come nei vecchi episodi anche in Dead Space 3 ci saranno i Necromorfi come nemici, che daranno filo da torcere al protagonista spuntando da porte, tunnel secondari, prese d’aria ecc.

Una delle novità principali per il gameplay riguarda la possibilità di personalizzare le proprie armi sfruttando tutti i materiali raccolti nel corso della campagna, sia per modificare le armi che sono già in nostro possesso, sia per crearne delle nuove. Questa scelta, come sottolineato dal team di Visceral Games, ha voluto permettere ai giocatori l’utilizzo di varie armi, in quanto nei primi due capitoli era possibile affrontare tutta la campagna sempre con la stessa e unica arma.

Su PC è possibile giocare sia con mouse + tastiera, personalizzando a piacere i vari tasti, che con il controller Microsoft della Xbox 360. Per quanto riguarda le opzioni video è possibile scegliere la risoluzione fino a un massimo di 1920 x 1080 a 60 Hz ed è possibile attivare o disattivare vari filtri come il V – Sync, la qualità delle ombre, dei dettagli, dell’acqua ecc.
Nonostante la possibilità di personalizzare qualsiasi aspetto relativo alla parte grafica, Dead Space 3 non supporta le DirectX 11. Per quanto riguarda le textures invece quelle utilizzate sulla versione PC sono le stesse per le versioni console di Play Station 3 e Xbox 360, quindi la qualità video sarà simile su tutte e tre le piattaforme. E’ proprio questo l’unico aspetto negativo del gioco che influisce soprattutto chi ama giocare sul PC per poter avere un livello di dettagli e di risoluzione maggiore, resta il fatto che Dead Space 3 si è dimostrato un gioco valido e ha chiuso una trilogia nel migliore dei modi.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.