Dermatite atopica (malattia)

0 12

Uno dei principali problemi nei lattanti è l’insorgenza della dermatite atopica. Si tratta di un fenomeno abbastanza comune, ma che ugualmente desta grandi preoccupazioni nelle mamme e piccoli o grandi disagi nei bambini.
I primi sintomi sono una pronunciata secchezza cutanea, seguita da arrossamenti che si allargano a “macchia d’olio” e che spesso sono accompagnati da un forte prurito. Il bambino a volte ha talmente prurito che grattandosi si procura delle piccole ferite che rischiano di infettarsi.
Le cure proposte dai medici sono le più disparate e spesso e volentieri sono anche molto costose.

Quando mio figlio ha incominciato a manifestare i primi sintomi non aveva ancora tre mesi ed io, che non sono sicuramente una mamma ansiosa, ho inizialmente trascurato il problema pensando si trattasse solo di pelle secca. Successivamente, quando l’irritazione sulla cute ha incominciato a divenire sempre più ampia e fastidiosa per il bambino, mi sono rivolta al mio pediatra.
Il mio pediatra, al contrario di molti suoi colleghi, mi ha nettamente sconsigliato di spendere soldi in creme e lozioni in quanto a suo avviso sono quasi sempre inefficaci e servono solo a far “ingrassare le case farmaceutiche”.
Inoltre la maggiorparte delle creme per la cura della dermatite atopica sono a base di cortisone che a quell’età fa più male che bene.
Mi ha invece innanzitutto sconsigliato di lavare tutti i giorni il bambino, cosa che facevo invece abitualmente, perchè anche il solo contatto con l’acqua può favorire l’insorgere della dermatite.

Mi ha poi consigliato l’applicazione di una crema molto grassa, tipo quella a marca Nivea o Glysolid tutte le sere prima di andare a letto.
Secondo il suo parare questo è l’unico modo per alleviare i sintomi della dermatite atopica, ma mi ha anche specificato che purtroppo questa non sparisce mai del tutto.
Infatti la caratteristica principale di questa dermatite è che viene e scompare senza una causa apparente e si manifesta principalmente nei mesi invernali in quanto più umidi.
Devo ammettere che da quando ho incominciato a non lavare il bambino tutte le sere, ma solo ogni 2/3 giorni le cose sono andate sempre meglio.
Inoltre, applicando tutte le sere sulle gambe e sulle braccia del mio bambino la crema Nivea, che trovo in qualsiasi supermercato ad un prezzo più che accessibile, ho notato che diventava più morbida e l’irritazione scompariva del tutto.
Sono passata da una situazione insostenibile, con mio figlio che presentava sulle gambe e sulle manine delle vescicole che gli procuravano un fastidioso prurito, a una situazione molto più serena, con la pelle di mio figlio uguale a quella di un qualsiasi suo coetaneo.
Credo che questo sia il metodo più efficace e anche più economico per sconfiggere la dermatite atopica del lattante.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.