Disfunzione erettile (salute)

0 0

La Disfunzione Erettile, conosciuta anche come DE, è un problema che – sia esso di natura psicologica oppure fisiologica – riguarda strettamente la coppia. Va, dunque, considerato e affrontato come una problematica che colpisce entrambi.
Quando un uomo ne è colpito, tende a provare un senso di timore e disagio, soprattutto nei confronti della partner. Uomini e donne, inoltre, vivono questa patologia in maniera differente, ma è necessario valutare di volta in volta le dinamiche che ne sono alla base per poter affrontare in modo adeguato e sereno le conseguenze.
È importante dunque che, in presenza di questa disfunzione, si conoscano già in anticipo le mosse giuste da fare. Vediamo come.

Prima di parlare del problema in maniera diretta con il partner, e prima ancora di essersi rivolti ad un medico, vanno esaminati tutti quegli atteggiamenti che il nostro compagno ha avuto negli ultimi tempi, volti a nascondere il problema o a minimizzarlo. Sottovalutare una dinamica così importante all’interno di un rapporto stabile, è infatti poco produttivo, anche se la disfunzione si manifesta in modo discontinuo o raramente. L’importante è che l’atteggiamento della donna verso il marito o il compagno risulti rassicurante e di sostegno. Per fare in modo che sia così, lei per prima dovrà porsi davanti al problema in termini concreti, facendo pace anche con i suoi sentimenti più nascosti. Rabbia, frustrazione e timore sono infatti solo alcuni degli aspetti che fanno da contorno al problema, e bisogna riconoscerli e superarli facendo in modo che il partner si senta capito e non posto sotto accusa.
È necessario mostrarsi tolleranti, ma riconoscere che il problema esiste, e tentare di parlarne in modo delicato ma diretto quando lui è pronto. Nella vita di coppia il sesso gioca un ruolo importante, soprattutto nelle coppie che lo vivono in modo affiatato. Quando questo viene a mancare è inevitabile vivere la problematica con timore, ma è bene evitare gli allarmismi. Il messaggio che deve arrivare al compagno è che non è solo nell’affrontare la cosa, e che la sua donna è lì per sostenerlo, aiutandolo anche a scegliere il medico giusto.
Quando si arriva a parlarne con un medico, di solito un andrologo, è importante che l’approccio della coppia sia di due tipi: volto a finalizzare la tipologia del problema (se si tratta cioè di un problema fisiologico o psicologico) e, intanto, a trattarne lo spessore da un punto di vista strettamente psicologico.
Se il fenomeno non è isolato a una o due volte, quindi, è consigliabile accompagnare la ricerca medica con un sostegno terapeutico, che può essere anche rivolto alla coppia. Tutto ciò che si affronta in tal modo, infatti, viene percepito dall’uomo come una battaglia da combattere insieme e non, al contrario, come una situazione di emarginazione e fallimento. Colpevolizzarsi e colpevolizzare è dannoso; la ricerca del dialogo giusto, con un pensiero ottimista verso la terapia farmacologica e non, può invece aiutare concretamente il rapporto.

Le disfunzioni sessuali sono più comuni di quanto si creda, e spesso non sono condizionate dall’età. La Disfunzione Erettile, tuttavia, risulta una delle più temute all’interno della coppia, superando anche problematiche come la perdita del desiderio sessuale o l’eiaculazione precoce. Pertanto, va trattata in modo concreto e con i medici giusti.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.