Dr House (serie tv)

0 0

L’ultimo episodio della serie House – Medical Division, tramessa dalla Fox a partire dal lontano 2004 e oggi tanto acclamata dal grande pubblico telesivo quanto dalla critica, ha un vago sapore di “dej’à vu”.

Nelle sequenze iniziali vediamo un uomo chiamato Ramon Silva. Ramon ha fatto un voto a Dio, che consiste nel crocifiggersi ogni anno, per ringraziare il signore di aver salvato la vita della sua amata figlioletta malata di cancro. Quest’anno, però, l’uomo viene interotto nel bel mezzo dell’atto da sintomi quanto mai preoccupanti.

Al fine di poter curare il suo nuovo paziente, Dr. House dovrà sfidarne addirittura la fede in Dio. Certo non si tratta di un compito facile, neppure per il Gregory House!

Come i più fedeli seguaci della serie ricorderanno, quest’ ultimo episodio a connotazione per così dire “religiosa” ricorda l’ episodio 19 della seconda stagione della serie. In tale episodio Dr. House doveva confrontarsi con un giovane guaritore che era egli stesso nient’altro che un povero peccatore pentitosi e riconvertitosi alla fede.

Questa trama secondaria, tuttavia, serve qui solo a dar modo agli scenaristi di sviluppare il tema vero di quest’episodio, ossia la fiducia e la menzogna all’interno di una relazione di coppia. Nello specifico, all’interno di tre coppie a noi care: House e Cuddy, Wilson e Sam, Taub e sua moglie.

Se il nostro dottor Gregory House si dimostrerà come sempre abilissimo nel districarsi negli intricati sentieri sospesi tra menzogna e verità, lo stesso non potrà dirsi di Taub e soprattutto di Wilson, che ha sempre dimostrato scarsa dimetistichezza con la menzogna.

Martha, la giovane e talentuosa nuova recluta dell’ équipe di House, che crede fermamente nella verità pura e dura, in quest’episodio si renderà conto, invece, di quanto la sua fede quasi “integralista” nella verità e di conseguenza il comportamento con i pazienti possa spesso rivelarsi, contrariamente ad ogni sua aspettativa, persino controproducente per i suoi pazienti.

“House difensore della menzogna e vincitore davanti a Dio ?” – mi direte voi – “Ma è un finale dei più classicoi!”. Ebbene sì! Si tratta di un episodio dal giusto ritmo ma che non brilla per originalità assoluta. Come dire, del puro Doctor House.

Nonotante ciò, o forse anche in virtù di ciò, non posso che consigliarne la visione caldamente a tutti i fans del cinico dottore. Se non altro questo episodio finale, potrebbe avere almeno il merito di dare nuovo slancio e nuova vita al personaggio di Wilson. Chissà!

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.