Driver: San Francisco (Videogioco)

0 2

Rilasciato in versione demo ad agosto e in quella completa nel mese di settembre 2011, Driver giunge al quinto episodio, e lo fa tra le strade di S.Francisco. Lo scenario del videogioco è proprio questa città, della quale è stata creata una riproduzione digitale, comprendente tutti i punti principali e circa 320 chilometri di strade. Ubisoft ha reso questo titolo disponibile da subito per Playstation 3, Xbox 360 e Pc.
La storia alle spalle racconta dell’agente Tanner finito in coma durante l’inseguimento di Charles Jericho, criminale e suo acerrimo nemico. Da questo momento in poi tutto il gioco si svolgerà nei pensieri di Tanner durante il coma. Proprio grazie a questo la serie assume un tono “sovrannaturale”, in quanto Tanner nei suoi sogni d’ospedale è in grado di “trasmigrare” da un corpo all’altro. Nel gioco tutto ciò si traduce nella capacità, alla pressione di un tasto, di cambiare auto. Questa capacità prende il nome di “shift”. La visuale di gioco, durante lo shift, si trasforma in una prospettiva dall’alto, in grado di mostrare un gran numero di veicoli. Una volta selezionata la nuova macchina, si passerà al posto di guida.
Questo tipo di gameplay fa l’originalità del gioco, essendo elemento del tutto innovativo per la serie Driver, e in generale per tutti i titoli del genere. L’alto numero di veicoli presenti sulla carreggiata fa largo a una componente d’improvvisazione spiccata, facendoci di volta in volta prendere decisioni in brevissimi lassi di tempo. A rendere più frenetico il tutto, la quantità innumerevole di elementi presenti sull’asfalto, quali pedoni o elementi urbani di varia entità, che evitare, date le alte velocità, diviene talvolta arduo.

Le modalità di gioco sono varie: si passa dalla semplice gara in cui si deve finire al primo posto, all’inseguimento, con tanto di “scia”, una striscia gialla che indica dove posizionarsi per usufruire di una maggiore velocità durante le fasi in cui si sta dietro a una macchina. Tutte queste sono presenti anche nella modalità multiplayer, a schermo semplice o condiviso. In caso di schermo condiviso, si potrà scegliere una semplice modalità versus o una cooperativa. Grazie a quest’ultima si può combinare insieme fino a 8 giocatori(quattro dalla propria consolle contro quattro giocatori in rete). Particolare menzione va anche alla modalità acrobazie e a quella “shfit”. Nella prima si ritrovano lungo la strada tutti gli elementi giusti per eseguire anche le più spietate manovre, nella seconda verranno richiesti numerosi shift improvvisi e difficili da eseguire. La maggior parte delle missioni, esculsi alcuni “bonus” saranno richieste tutte durante la modalità storia.
Il numero di veicoli presente è impressionante: 120 auto che vanno dagli anni ’60 ai giorni nostri.
Nutrito anche il comparto audio, che conta circa una sessantina di colonne sonore diverse durante tutto il gioco.
La grafica è ottima, pur non presentando particolari innovazioni. E’ da prediligere la versione per Xbox, con un livello di anti aliasing di 4x. Può essere seconda solo alla versione per PC, a patto che si disponga di un’adeguata scheda grafica (è consigliata una da 256 mb, ma la migliore resa richiede ben altre schede video).

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.