ECO DI LIBRO 1: recensione sul “Diario del figliol prodigo. Vent’anni dopo” di Guy Luisier

0 3

Ho acquistato questo libro dopo averlo visto passando davanti alla vetrina della Libreria San Paolo.

Il racconto evangelico del Figlio Prodigo mi è sempre piaciuto molto, in quanto è ricco di spunti di riflessione sia da un punto di vista religioso, spirituale che anche educativo.

Quanta forza, che grande esempio in questo genitore che esprime l’amore per i propri figli rispettando la loro libertà, anche quanto può essere causa di sofferenza, anche quando è sicuramente non approvata.

Le aspettative che avevo erano alte, e sono rimasta abbastanza delusa.

E’ un testo scritto bene, si legge quindi facilmente ed in fretta.

Normalmente quando uno scritto mi piace molto, me lo ritrovo ampiamente sottolineato e con le prime pagine bianche piene di asterischi, rimandi, appunti.

In questo caso, ci sono delle belle parole su cui riflettere e che condivido con chi mi legge:

* “Non siamo noi stessi, se non quando lasciamo maturare in noi ciò che parla di Colui che ci ha fatti. Tutto il resto non è che insostenibile solitudine” pag 32

* “Ciò che fa il Ritorno non sono i miei passi, ma gli occhi di mio Padre…” pag 33

* “…ammiravo il suo natirale senso di giustizia….ma nel profondo di me, senza che fossi capace di spiegarlo, qualcosa si rivoltava contro quella rettitudine, contro quella linea troppo retta che non seguiva mai i contorni della vita.” pag 42

*…Ognuno ha il suo modo di mostrare la gioia.” pag 54

*…non si possono capire gli altri se non nello specchio delle proprie fragilità e delle proprie impotenze…” pag 63

*…non si hanno amici, quando ciò che si dona loro non è se stessi…” pag 72

*…E’ davvero necessario andarsene lontano, Laggiu, per cominciare ad ascoltare sul sero ciò che è vicinissimo ? pag 91

Nel complesso comunque consiglio la lettura di questo libro, in quanto anche senza il carattere di grande novità, è un racconto piacevole da leggere nel quale cogliere spunti educativi.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.