ECO DI LIBRO 16 : La casa sopra i portici di Carlo Verdone

0 0

Buona domenica pomeriggio ! Benritrovati cari lettori !
Il libro che vengo a commentare mi è stato regalato qualche mese fa’, è rimasto sul mio comodino così a lungo per imposibilità di tempo da dedicare alla lettura, anche se la curiosità era molta.
Premetto che provo per Carlo Verdone come attore, avendo visto molti suoi film e molte sue imitazioni, e come persona, per quel poco che può trasparire attraverso il filtro di uno schermo televisivo, una profonda simpatia ed ammirazione per la sua comicità, professionalità, bravura e semplicità.

Il libro “la casa sotto i portici” racconta la storia della sua vita familiare, attraverso i ricordi che gli vengono evocati andando a riconsegnare la casa dove ha abitato per tantissimi anni.
Una scrittura poetica, delicata, ricca di dettagli significativi, gestiti con maestria per comunicare, trasmettere al lettore emozioni e sentimenti, che nei vari momenti narrati facevano da trama al suo crescere.
La nostalgia che si avverte fin dall’inizio e che accompagna lungo tutta la lettura, permette però pagine ricche anche di comicità, sempre elegante e mai esagerata (cosa tipica anche nei suoi personaggi tipici e nelle situazioni che fa loro abitare).
E’ un libro particolare, un libro intimo e che si legge un po’ in punta di piedi, quasi da intrusi, da spettatori casuali, a cui è permesso vedere qualcosa di lontano e che non appartiene, ma che viene condiviso con piacere, con quel tipico modo di essere famiglia con un profondo senso di ospitalità, da porte sempre aperte ma con senso del limite sia nel dare che nel ricevere,nel dare accoglienza, nel ricevere attenzione !

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.