ECO DI LIBRO 24: La lettrice di fiori di Elizabeth Loupas

0 3

Diventa sempre più difficile trovare del tempo da dedicare alla lettura, soprattutto se si tratta di romanzi lunghi ed articolati, scritti con tematiche storica.
Questo libro mi è stato donato nel periodo natalizio, e da subito mi ha incuriosito quella che avrebbe potuto essere la trama, inquanto il sottotitolo diceva “un romanzo indimenticabile sul potere magico dei fiori”.
Si narra la storia di Rinette, giovane donna che per una serie di disavventure legate alla sua capacità di comunicare con i fiori, ricevendo indicazioni su caratteri, temperamenti, futuro delle persone con cui veniva a contatto, si trova a tanto amare, tanto soffrire, tanto vivere con semplicità e coraggio.

Tutto lo scritto è immerso all’epoca di Maria Stuarda, con ricchezza di dettagli su usanze, abbigliamenti, architetture, moralità della vita di corte a fianco di regnati capricciosi, diffidenti e crudeli.
Bellissima la varietà di personaggi maschili, che rappresentano la qualità e difetti senza tempo e senza luogo, ancora oggi riscontrabili.
Affascinante e misterioso Nico, uomo che fa la sua comparsa in punta di piedi, per poi trovare la sua collocazione degna di rispetto ed ammirazione.
E’ uno scritto che si legge abbastanza velocemente e fluidamente..

Trovo che gli sia dato troppo nei dialoghi, per renderli ovviamente di facile comprensione, un linguaggio ed un approccio molto moderno, molto attuale, un po’ come accade anche nella maggior parte dei film o fiction storiche in visione sui canali televisivi.
Nel complesso comunque pur non avendo la pretesa di romanzo storico, è un romanzo piacevole, che trasmette bene sentimenti ed emozioni di una donna, paragonabili e confrontabili con quelli di molte situazioni attuali.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.