ECO DI LIBRO 26: La caduta delle Muse di Giovanni R. Lo Giudice e Davide Santalucia

0 4

La vita è veramente una strada che si percorre consci della meta, ma con percorsi sempre diversi, spesso inaspettati, sovente con piacevoli sorprese.
Questa recensione vuole proprio raccontare il mio incontro con un libro che ho ricevuto la scorsa settimana in dono durante un momento di lavoro, in maniera inaspettata.
Il libro nasce dall’amicizia fra lo scrittore il giovane ma preparato e profondo Giovanni Lo Giudice e Davide Santalucia, figlio di un uomo che è stato ammalato di Alzheimer.

Questa malattia, che colpisce ed affligge sia coloro che direttamente la subiscono, sconvolge, addolora e frastorna anche i familiari, soprattutto quelli più intimi, quelli che più la vivono da vicino.
Si tratta di periodi di vita più o meno lunghi, che in media durano circa 10 anni, ma che trasformano persone e rapporti umani, cancellando ricordi e mutando personalità.
Vivere a fianco ad una persona malata, ad un familiare malato, ad un genitore malato è triste, doloroso, fa emergere la fatica e sofferenza dell’essere impotenti di fronte a un qualcosa che fa soffrire chi amiamo.
Il compito di chi sta a fianco ad un malato di Alzheimer è proteggere la persone, proteggerne i ricordi, proteggerne la serenità.

Questo libro è un condensato di pagine toccanti e commoventi; con sensibilità, tatto e professionalità ci conduce per mano a fianco a questa coppia padre – figlio ed al loro cammino lungo la strada della malattia.
E’ un libro che “desidera riuscire ad aggiungere una scintilla di luce in più al cuore di chi lo legge” ….penso che questo obiettivo sarà raggiunto da tutti coloro che lo leggeranno, invitando quindi con questo a procurarvene una copia (pubblicato dalla casa editrice Sottosopra Edizioni), leggerlo e meditarlo ! Buona domenica !

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.