ECO DI LIBRO 37: “Dieci buoni motivi per essere cristiani” di Bruno Ferrero

0 1

Bruno Ferrero, oltre ad essere un sacerdote salesiano, è un autore di scritti più o meno articolati, più o meno lunghi, di teologia e catechesi, spaziando fra tempo etici e religiosi..
A giugno ho visto, appoggiato su una mensola di casa, il suo libro edito nel 2009 “Dieci buoni motivi per essere cristiani (e cattolic)”. Essendo molto impegnata non vi ho prestato molta attenzione, inoltre pensavo che lo avesse dimenticato qualche ospite, amico di famiglia di passaggio fra una cena e l’altro, e che quindi presto sarebbe stato reclamato e sparito.
Non è andata così perchè il libro è rimasto li, silenzioso ma presente sullo scaffale, ben in vista ma senza dar nell’occhio, giusto equilibrio per istigare la mia curiosità….

Così nel preparare la borsa per andare al mare una settimana ho deciso di portarlo con me, e l’ho riposto e custodito fra un telo da mare e una maglietta.
Si, avete ragione , mi sto dilungando su troppo su dettagli che non interessano; insomma alla fine l’ho letto e…..
10 capitoli che trattano argomenti di fede cristiana (cattolica) spaziando da attraverso argomenti quali il senso del tempo, la felicità, la libertà, e riflettendo in maniera adulta, ma con linguaggio semplice e piacevole su Gesù, Dio, la Chiesa, la preghiera, il segno della croce, la missione.
Non tutti i capitoli mi hanno coinvolta in maniera uguale, mi sono piaciuti molto gli utlimi ed in particolare croce, libertà e felicità.

Si legge in fretta ed è uno di quei testi che solleva un po’ l’animo, invitando la persona ad alleggerire il peso e la fatica della quotidianità alla luce della condivisione, della comunione, della fede (intesa come fiducia in Dio, negli altri, in se stessi).
Buona lettura !

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.