ECO DI LIBRO: Gli sdraiati di Michele Serra

0 3

Dedico questo ultimo scritto del 2013 ai giovani ed ai loro genitori, realtà di grande affetto ed unione, spesso però contrapposte e con difficoltà di reciproca comprensione.
L’autore del libro è Michele Serra scrittore poliedrico, con una capacità di analisi delle situazioni sintetica ma profonda, che esplicita attraverso argomentazioni chiare, lucide che diluisce, laddove tendono a diventare troppo pesanti, con simpatia e vivacità.
Ogni genitore diventa tale nel momento in cui decide di avere un figlio, e la sua esperienza è un germoglio in crescita, con molti dubbi, timori, ancorato spesso da esperienze più o meno piacevoli della propria infanzia.

I figli crescono in fretta, molto in fretta, mettendo i genitori di fronte ad una serie di eventi imprevisti, di atteggiamenti non sempre gradevoli, non compresi ma soprattutto bivi, scelte obbligate e di grande responsabilità.
Far volare un figlio, permettergli di diventare adulto e di lasciare il nido non è cosa semplice.
Michele Serra parte dal suo rapporto con il figlio adolescente e di quanto sia spesso problematica la comunicazione con tale categoria umana caotica, disordinata, disorganizzata, inconcludente, apparentemente assente malgrado la presenza e non di rado invadente.
Stempera tale narrazione intercalandola con quella di un romanzo che sta pensando, sta imbastendo immaginando una terza guerra mondiale fra molti anziani armati e strutturati, e pochi giovani decisamente non organizzati e molto indifesi.

Arricchisce ancora di più il suo scritto, distribuiendovi in maniera molto diluita la proposta, l’invito, il desiderata di vivere una esperienza di passeggiata in alta quota solo con il figlio che teme però gli risponda con un rifiuto.
Non vi dico alcuna conclusione del libro “Gli sdraiati” per non levarvi il gusto della sorpresa e del piacere della lettura che consiglio sia agli adulti genitori che ai giovani in quanto piacevole, educativa e ponte nella comunicazione generazionale !

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.