Fiat, carburante ad 1 euro contro il caro benzian. Info e modalità

0 1

Novità in casa FIAT, per far fronte al calo di vendite e aiutare gli italiani a cambiare auto e a questo punto far ripartire anche l’economia, FIAT, celebre marchio automobilistico italiano che tanto ha fatto discutere per le nuove decisioni circa il contratto di lavoro, l’uscita da confindustria le delocalizzazioni della produzione e conseguente perdita di posti di lavoro, propone una nuova iniziativa ovvero, coloro che compreranno un auto del marchio FIAT dal 1 giugno 2012 fino al 31 luglio 2012 potranno avere insieme all’auto una SUPERCARD che permette di acquistare i carburanti (benzina e diesel) al prezzo eccezionale di un euro, indipendentemente dall’oscillare del prezzo.
COSA FARE?
Ottenere la supercard è molto semplice basta rivolgersi ad un concessionario Fiat e acquistare un auto, nel momento della consegna insieme all’auto sarà consegnata una tessera personale ed un codice PIN, da quel momento quando andrete presso le stazioni IP convenzionate a comprare carburante dovrete digitare il vostro codice PIN sul POS e pagherete solo un euro al litro il vostro carburante, la rimanente parte del prezzo sarà a carico di FIAT SPA. Il risparmio durerà fino al 31 dicembre 2015, quindi un periodo molto lungo che permetterà di ammortizzare i costi dell’auto.

LIMITI
Numerosi sono però i limiti a cui badare, per prima cosa la spesa giornaliera in carburanti non potrà eccedere i 200 euro. Altri limiti riguardano i modelli perchè la spesa complessiva di carburante nei tre anni non potrà eccedere i:
– 4500 litri per fiat freemont benzina;
-2500 litri per fiat freemont diesel;

-2000 litri per fiat Bravo, doblò, sedici;
-1700 litri per Qubo, punto, idea e 500L;
-1200 litri per 500, 500C e panda.
Non sarà possibile utilizzare la SUPERCARD con il self service prepagato.
Alcune limitazioni riguardano anche l’uso che si fa del veicolo acquistato, infatti non è possibile usufruire degli sconti in caso di Taxi, noleggio, rent a car, small rental ( le ultime due formule richiamano comunque il noleggio), auto dimostrative e di cortesia, agenti di commercio, oppure per Clientela dei listini speciali e company car. In poche parole sono esclusi gli acquisti fatti per scopi professionali.

In sintesi il valore del premio dipende dal costo dell’auto, per le auto più grandi, o di maggior valore economico, lo sconto finale è maggiore, dubito che il premio finale possa realmente corrispondere la consumo di carburante del periodo stesso, perché ad esempio comprando una punto non si possono spendere in media più di 600 litri annuali e quindi 50 mensili (calcolo abbastanza approssimato, ed è obiettivo che chi usa l’auto per lavoro, o comunque spesso, abbia consumi maggiori. Inoltre questa iniziativa non è cumulabile con altre. Insomma si tratta solo di un incentivo insolito per la fiat, ma non va, come valore, al di là dei soliti incentivi, anzi forse in passato con la rottamazione i vantaggi erano ancora migliori. Per chi deve comprare un auto il risparmio è comunque accettabile e positivo e il fatto che non debbano essere sbrigate molte pratiche agevola molto.
Per FIAT sicuramente un’ottima operazione di marketing che ha fatto leva sul malcontento per l’aumento costante delle accise sui carburanti in un periodo di forte disoccupazione e tassazione elevata. Forse riuscirà così a riconquistare la fiducia degli italiani, anche facendo leva e utilizzando il malcontento verso il Governo e la sua politica di austerity.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.