Film Horror (recensione)

0 3

Siete amanti dei film horror? Questi sono secondo me alcuni titoli che non dovete farvi mancare, anche se non siete dei veri e propri appassionati del genere:
– Shining, di Stanley Kubrick, anno 1980: da uno dei piu’ grandi registi di tutti i tempi passando attraverso un romanzo di un maestro del thriller, Stephen King. All’Everloook hotel Jack Torrence(un magistrale Jack Nicholson)accetta il lavoro di guardiano invernale: nella solitudine e nell’isolamento del luogo vien colto da una progressiva follia che lo rende schizofrenico, imprevedibile e pericoloso per i suoi familiari. Nicholson in una interpretazione indimenticabile, la tensione cresce lungo tutto il film.
– Il silenzio degli innocenti, di Johnatan Demme, anno 1191: l’agente Starling, durante le indagini su un serial killer viene incaricata di prendere contatto con Hannibal Lecter (detenuto perche’ si era macchiato del cannibalismo delle proprie vittime), ex psichiatra, per farsi aiutare a decifrare la mente del killer. Tra i due si instaura un rapporto reciproco di dipendenza, un rapporto morboso, sul filo del rasoio perche’ intanto il killer continua a colpire e si deve agire piu’ in fretta possibile. Cast stellare (Jodie Foster e Anthony Hopkins), tensione crescente, interessanti le simbologie e l’analisi della personalita’ del killer, molto forti alcune scene come l’uccisione dei poliziotti durante la fuga di Lecter.

– L’esorcista, di Richard Friedkin, anno 1973: un bel quartiere, una bella casa e una famiglia normale, ecco dove abita Megan, che da un giorno all’altro si ritrova ammalata di un male oscuro, posseduta dal maligno. La madre non sa come aiutarla e si rivolge alla chiesa, un sacerdote tentera’ di liberarla dalla presenza del diavolo arrivando a dubitare di se stesso, delle sue capacita’ e della sua fede. Un classico horror che e’ uscito in versione restaurata nel 2000, che non si puo’ fare a meno di vedere anche se la pellicola ha ormai quasi quaranta anni.
– Phenomena, di Dario Argento, anno 1984: l’unico regista italiano di horror ci racconta in questa pellicola la storia di Jennifer, una ragazzina che a seguito di una serie di omicidi particolarmente violenti scopre di avere un terribile dono: è sonnambula e sensitiva e ha la particolare capacita’ di entrare in comunicazione con gli insetti, cosa che le rendera’ possibile mettersi sulle tracce del killer. Scene molto forti, comuni in tutte le pellicole di Dario Argento, alcune violente altre decisamente disgustose, non adatte a chi abbia gia’ la fobia degli insetti.
– Saw l’enigmista, di James Wan, anno 2004: il primo della lunga saga, e quello che maggiormente merita la visione: due uomini si risvegliano in un covo dove l’enigmista li ha rinchiusi, sara’ una lotta all’ultimo respiro per incastrare l’enigmista ma soprattutto per salvare la propria vita seguendo le indicazioni del gioco mortale e perverso che l’enigmista ha ingaggiato con loro. Ma l’enigmista non e’ solo un sadico assassino, le sue vittime non sono scelte a caso, ed e’ questo che rende intrigante la storia e spinge a seguirla anche nei successivi capitoli.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.