Filtri a carbone attivo per l’acqua del rubinetto (acqua)

0 0

I filtri a carbone attivo consentono di purificare l’acqua del rubinetto ma, vi ricordo, che questi funzionano, o meglio devono essere utilizzati, solo in caso di acqua già potabile e non proveniente da cisterne o pozzi.
Tempo fa mi ero decisa di acquistare un apparecchio con filtri a carbone attivo da fare installare nel rubinetto di casa che mi consentisse di rendere più gradevole il sapore dell’acqua, che sa di cloro.
Questo perché eravamo stati contattati da una ditta che si occupa di vendita ed installazione di questo tipo di impianti che, previo appuntamento, ha mandato un suo tecnico a controllare l’acqua che usciva dal rubinetto di casa, constatando (era ovvio!) la necessita di acquistare un sistema di filtrazione.

In questo modo avrei risparmiato sull’acquisto di acqua minerale che oramai in casa mia è diventata una spesa insostenibile ed assurda. Un tempo non eravamo soliti bere acqua minerale, si beveva tranquillamente quella del rubinetto. Ora invece pare che senza acqua minerale non si possa più vivere.
Prima però di affrontare una spesa simile ho voluto documentarmi in proposito e, a parte i prezzi esorbitanti di alcuni sistemi di cui ho preso visione che mi hanno lasciata davvero basita, alcuni esperti in materia hanno cercato di tranquillizzarmi sull’utilizzo dell’acqua di rubinetto di casa mia.
Infatti mi è stato spiegato che l’acqua che di solito giunge nelle nostre case è accettabile e di qualità, e che addirittura alcune indagini hanno dimostrato che essa non ha nulla da invidiare a quella che comperiamo al supermercato. E’ ovvio che possa dare fastidio l’utilizzo del cloro che le conferisce un sapore poco gradevole. A quel punto entrano in gioco i filtri al carbone attivo che quanto meno aiutano a correggere il sapore del cloro e ad eliminare qualche tipo di inquinante, nel caso questi fossero presenti. Perché come già detto l’acqua che fuoriesce dai nostri rubinetti da questo punto di vista è buona e non ne dovrebbe contenere o quanto meno quelli presenti devono per forza mantenersi entro i limiti accettabili per legge.
Ed inoltre – udite udite – mi è stato riferito che se non si fanno le dovute manutenzioni nell’impianto di filtrazione, questi invece che pulire la nostra acqua possono invece diventare ricettacolo di batteri dannosi alla salute, soprattutto quando non lo si utilizza. E non solo, perché a quanto pare i filtri non sono in grado di modificare la durezza dell’acqua e non possono fare nulla contro nitrati e batteri perché essi sono porosi e riescono a filtrare solo solventi e pesticidi che però nell’acqua delle nostre case non possono mai esserci.

Quindi dopo tutte queste argomentazioni mi sono tranquillizzata e ho capito che non era poi così utile acquistare un sistema di filtrazione. E il sapore del cloro? Beh per quello mi è stato consigliato di fare riposare l’acqua in una caraffa prima di berla, in quanto il cloro essendo un gas tende ad evaporare, o meglio ancora di riporre l’acqua di rubinetto nel frigo. Così facendo il sapore del cloro si attenuerà un po’.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.