Frankenstein (romanzo)

0 2

Frankenstein è il più famoso libro di Mary Shelley. Pubblicato nel 1818, il volume può, a ragione, essere considerato un caposaldo della cosiddetta Letteratura Gotica. Si narra che l’idea fosse nata nel corso di una serata tra amici in una casa in campagna i Svizzera. Oltre alla Shelley era presente anche il creatore di Dracula, Bram Stoker. La storia e semplice e lineare ma molto efficace. Robert Waltson, il capitano di una nave, racconta le sue avventure attraverso una serie di lettere indirizzate alla sorella che vive in Inghilterra. Waltson incontra il Dott. Victor Frankenstein nei mari vicino al Polo Nord. L’uomo gli racconta la sua storia partendo dai primi anni di vita: i suoi studi in chimica all’Università e il suo desiderio di scoprire il segreto della vita. Proprio questo diventa presto per lui una vera ossessione che lo spinge a rubare vecchie parti di corpi umani per creare un nuovo, mostruoso, essere al quale riesce a dare la vita. Purtroppo la creatura appare così orribile ai suoi occhi che Frankenstein scappa via lasciandola a sua volta libera di fuggire. Non ha nessuna notizia del mostro fino a quando il fratellino non viene tristemente ucciso dall’essere. La sua famiglia non era a conoscenza di quanto aveva fatto e accusa della morte del bimbo un amico di famiglia che viene giustiziato. Un giorno, mentre Victor è solo sulle montagne, la creatura gli compare davanti e gli racconta la sua storia pregando il suo creatore di fare una donna per lui. Il Dottore inizialmente rifiuta ma poi, pressato dalle costanti minacce, si convince… Parte così per un viaggio in Inghilterra dove si prepara a organizzare la nuova “creazione” su un isola poco conosciuta. Una notte l’essere gli appare alla finestra e lui si rende conto del folle progetto che sta per realizzare. Si fa coraggio e distrugge la nuova creatura. Il mostro diventa furioso e gli promette che sarà con lui proprio la prima notte delle sue nozze. Subito dopo il ritorno a casa, Victor sposa la sua amata cugina Elizabeth ma ha paura perché è convinto che sarà ucciso quella stesa notte. Per proteggerla, manda via Elizabeth con una scusa ma quando la sente gridare capisce che la creatura ha ucciso sua moglie. Dinanzi all’orribile scena, Victor promette a se stesso che trascorrerà il resto della sua vita alla ricerca del mostro per vendicarsi. E’ questo il punto della storia in cui Frankenstein e Waltson si incontrano. Victor è già malato da tempo e, dopo essersi improvvisamente aggravato, muore. Il capitano torna nella camera in cui si trova il corpo del Dottore e lì trova il mostro che gli racconta le sue indicibile sofferenze. Ora che il suo creatore è defunto anche lui può porre fine alle sue disgrazie e va sulle montagne a morire. Un capolavoro del genere, consigliato ad appassionati e non: nessuno resterà deluso!

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.