Fujifilm FinePix X100 (macchina fotografica)

0 2

Finepix X100 è una nuova fotocamera compatta Fujifilm, lanciata nel febbraio 2011, che si presenta come un prodotto esclusivo dal design retrò. Si tratta di una fotocamera adatta a fotografi professionisti (e in particolare a coloro che si occupano di street photography e reportage) alla ricerca di un’eccellente qualità delle immagini in un corpo resistente, compatto e dalle forme esclusive.

Caratteristiche tecniche della Fujifilm Finepix X100

– Sensore CMOS APS-C da 12,3 Megapixel;
– Ottica fissa 23 mm (equivalente a 35 mm di ottiche full frame) con apertura focale 2.0;
– Mirino ibrido ottico/elettronico;
– Sensibilità ISO 200-6400 (estendibile fino a 100-12800);

– Ripresa video 1280×720 HD a 24 fps con audio stereo;
– Corpo in lega di magnesio.

Prezzo: 999 euro.

Dettagli del prodotto
La grande innovazione introdotta dalla X100 è il mirino ibrido che combina un mirino ottico dotato di frame luminoso, simile a quello presente sulle fotocamere 35 mm a pellicola, e un mirino elettronico, tipico delle fotocamere digitali. Questa grande innovazione accontenta pertanto i fotografi tradizionalisti (abituati all’alta nitidezza del mirino) e i fotografi digitali, offrendo la possibilità di mostrare sia la semplice cornice di inquadratura, sia una grande quantità di dati relativi allo scatto.
Un’altra caratteristica di spicco della X100 è l’eccellente definizione delle immagini, legata alla presenza di una lente Fujinon a focale fissa di straordinaria qualità, all’alta sensibilità ISO (di gran lunga superiore alle normali fotocamere compatte) e alla grande luminosità dell’ottica (apertura F 2.0). Inoltre, la X100 è dotata di un sensore APS-C (più grande rispetto alle fotocamere compatte) racchiuso all’interno di un corpo di piccole dimensioni e molto resistente, in quanto realizzato in lega di magnesio.
Sebbene dotata di straordinarie qualità, Fujifilm Finepix X100 presenta alcune limitazioni, che però non vanno a intaccarne il suo valore. Prima fra tutte l’organizzazione dei menu, non facilmente comprensibile al primo utilizzo ma gestibile con l’esperienza: alcune regolazioni, come Auto ISO, sono talmente annidate all’interno del menu da rendere lente le operazioni di accesso e modifica delle impostazioni. Un’altra debolezza è la lentezza di scrittura dei dati dello scatto (fino a 7 secondi per i RAW) che bloccano alcuni comandi, tra cui il passaggio dall’utilizzo del mirino ottico a quello elettronico, il cambiamento dei punti di AF, la gestione delle sensibilità ISO e del focus manuale (restano modificabili la velocità di scatto, l’apertura focale e la compensazione di esposizione). Per concludere va segnalato che la X100 non è dotata di sistema di riconoscimento dei volti e che il suo sistema di AF palesa qualche leggera limitazione in condizioni di bassa luminosità.
Per le sue caratteristiche, Fujifilm Finepix X100 è paragonabile alla Leica X1: dotata anche quest’ultima di un’ottica di eccellente qualità, risulta più compatta come dimensioni ma presenta alcune problematiche, come la lentezza dell’AutoFocus, la scarsa autonomia della batteria, la difficoltà di regolazione della messa a fuoco manuale e il prezzo decisamente elevato (1.500 euro).

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.