Godsend (Film horror 2004)

0 3

Godsend è un film horror del 2004 che porta la firma di Nick Hamm (già autore del più apprezzato The Hole, nel 2001). Fra gli attori spiccano Greg Kinnear ( C’è Posta Per Te, Little Miss Sunshine), la bella Rebecca Romijn (The Punisher, Femme Fatale), il giovane e talentuoso Cameron Bright (Thank You for Smoking, Juno, The Twilight Saga) e un Robert De Niro non del tutto a suo agio nei panni di uno scienziato follemente lucido nella sua pazzia.
Il film, fra i più originali, almeno nelle intenzioni, a trattare il tema della clonazione, narra la storia di Paul e Jessie, una coppia di sposi che assiste impotente alla morte del figlioletto di otto anni, Adam, a causa di un tragico incidente.
A funerale concluso la coppia, distrutta dal dolore, viene contattata dal Dottor Richard Wells, medico esperto di genetica al “The Godsend Institution”, il quale propone loro di clonare il figlio scomparso recuperando il Dna dal cadavere.

L’iniziale indignazione provata dai coniugi lascia presto spazio alla disperazione e alla incapacità di superare il lutto, così che i due cambiano idea anche davanti alla presa di coscienza del fatto che Jessie non riesce ad avere altri figli. La nascita del nuovo Adam porta di nuovo gioia in famiglia, ma al compimento dell’ottavo anno di vita il bambino comincia ad avere delle visioni in cui una scuola brucia e una giovane donna viene uccisa a colpi di martello.
Paul vuole vederci chiaro e nel corso delle sue ricerche scopre che Zachary, il figlio disabile del dottor Wells, è morto dando fuoco alla scuola e dopo ucciso la madre che cercava di fermarlo. Si scopre quindi che il reale intento del medico è quello di riportare in vita Zachary, usando il Dna di Adam per completare quello del figlio, incompleto a causa della distruzione del corpo nell’incendio.
Il risultato di questo abominio è un bambino che contiene dentro di sè sia l’essenza di Zachary che quella di Adam, e l’esplosione di violenza sembra essere dietro l’angolo per il predominio che il primo sta avendo sul secondo. La storia sembra ripetersi, ma Paul riuscirà a impedire che ciò accada… almeno in parte.
Un film che nasce da una buona idea, ma che lascia un retrogusto di incompiuto, anche a causa di una trama che si brucia troppo presto e che verso la fine sembra trascinarsi stancamente. Anche gli interpreti sembrano poco adatti ai ruoli che ricoprono e il pur sempre bravo Robert De Niro non riesce a salvare un film poco convincente, finendo per essere risucchiato in una interpretazione non all’altezza della propria fama.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.