Google transit ( servizio di Google Map per trasporti cittadini)

0 3

Tra i tanti servizi forniti da Google, Google Transit è stato sviluppato per permettere all’utente di visualizzare il percorso migliore in base all’orario di partenza o di arrivo desiderati così da poter viaggiare in tutto il Mondo scegliendo tra automobile, mezzi pubblici e tratti a piedi.

Tra i vantaggi più evidenti di quest’applicazione è apprezzabile la velocità di caricamento delle pagine anche su ricerche complesse e l‘indicazione del costo del carburante per l’opzione di rilevamento del percorso in automobile. L’unico svantaggio rilevabile è la traduzione unicamente in inglese delle parole “da” e “a” sulla label di ricerca in alto.

Entrando nella pagina principale di Google Transit (www.google.it/transit) troveremo pronto per essere compilato il form preimpostato sulle indicazioni di trasporto pubblico, in cui digiteremo subito gli indirizzi fondamentali per creare l’itinerario e dove selezioneremo l’orario di partenza o di arrivo. Cliccando sul bottone “Ottieni indicazioni stradali” verranno elaborati i dati del viaggio e restituito il risultato tracciato visivamente su mappa ed annotato a parole nella colonna di sinistra tramite un elenco numerato di tappe descrittive dei luoghi, dei tempi, dei metri e del numero di fermate. Da qui sarà possibile impostare ulteriori preferenze su “Mostra opzioni” per scegliere il tipo di trasporto pubblico e la modalità di percorrenza oppure cambiare totalmente il mezzo di trasporto cliccando sulle icone in alto dell’automobile e dell’omino a piedi. In tutte le tre modalità verranno stimati il tempo e i chilometri di percorrenza oltre all’opportunità di salvare la ricerca in “Le mie mappe”.

Noteremo, poi, degli elementi classici appartenenti a google maps come la selezionabilità del tipo di mappa ed il passaggio a Street View da un lato e la personalizzazione per mezzo della funzionalità “I miei luoghi” dall’altro, senza dimenticare gli utilissimi bottoni di stampa e di estrapolazione del link incollabile in chat, inviabile tramite email e inseribile all’interno di qualsiasi pagina web in un frame apposito.
Infine, grazie al bottoncino con le frecce bidirezionali, accederemo alla visualizzazione inversa del percorso per il viaggio di ritorno.

 

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.