Hair (film)

0 2

Hair è un film drammatico del 1979, basato sul musical omonimo in scena a Broadway, scritto da James Rado e Gerome Ragni, compositori e sceneggiatori che ne hanno curato anche la regia. Il film, invece, è diretto da Milos Forman. È curioso mettere in evidenza che già parecchi anni prima, e precisamente nel 1973, era stata avanzata a George Lucas la proposta di mettere in scena una riduzione cinematografica dell’opera. Lucas, tuttavia, rifiutò, e girò American Graffiti. Quando il film fu affidato a Forman, ai provini presero parte, tra gli altri, Bruce Springsteen e Madonna, che tuttavia furono esclusi dalla scelta del cast finale. Il film si ispira al musical, ma, pur essendo stato sceneggiato dai medesimi autori, se ne differenzia in maniera profonda. Tali differenze possono essere riscontrate non solo dal punto di vista della trama, ma anche sotto il profilo della sequenza delle canzoni. La storia racconta la vicenda di Claude, un giovane dell’Oklahoma, impegnato a lavorare in campagna, che viene chiamato ad andare a combattere con l’esercito statunitense in occasione della Guerra del Vietnam. Pochi giorni prima di partire Claude si sposta a New York, dove, a Central Park, incontra un gruppo di giovani hippy, costituito da Hud, Jeannie, Berger e Woof. Il ragazzo si innamora però di Sheila, l’unica ragazza, figlia di una famiglia ricca ma allo stesso tempo altezzosa. Il nuovo gruppo di amici lo aiuta a corteggiarla. Grazie all’aiuto di Berger, Claude può avvicinarsi alla realtà degli stupefacenti, sperimentando, al tempo stesso, un valore finora sconosciuto come quello della libertà più assoluta. Mentre il rapporto di amicizia si consolida sempre di più, il giovane, tra un’esperienza onirica e l’altra, prende la strada verso il campo di addestramento, costretto a lasciare dietro di se una realtà tanto affascinante quanto nuova. I suoi amici, comunque, vorrebbero che Claude e Sheila si incontrassero per l’ultima volta. Quindi si recano al campo, e per permettere all’amico di restare per alcune ore con la sua ragazza, Berger lo sostituisce. Tuttavia in queste poche ore accade che il campo venga evacuato, e i militari sono trasportati in Vietnam a bordo di un aereo. In pratica Berger si ritrova nel campo di battaglia di una guerra cui lui è totalmente contrario. Berger morirà nel conflitto, proprio mentre Claude è riuscito a ottenere di nuovo la sua libertà. Hair è un film che merita di essere visto assolutamente. Nel cast del lungometraggio, troviamo attori importanti come Beverly D’Angelo, che presta il volto a Sheila Franklin, Dorsey Wright, che interpreta La Fayette Jonhson Hud, John Savage, cui spetta il ruolo del protagonista Claude Hooper Bukowski, e Don Dacus, che interpreta Woof Daschund. Una citazione particolare, infine, la merita Treat Williams, vale a dire George Berger. Nella versione italiana, ottima l’esecuzione del doppiaggio, con le voci da non perdere di Rossella Izzo e Simona Izzo. In sintesi, film consigliato e da vedere: fa riflettere.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.