Zero to Hero (disney)

0 2

Hercules € 25.90 Disney

Dopo una fortunatissima decade di storie in cui i protagonisti erano aitanti principi e sognanti principesse nel 1997 la Disney, e più precisamente i registi di Aladdin e La Sirenetta John Musker, Ron Clements, decisero di dare una svolta ai lungometraggi animati proponendo il primo di una lunga (anche se non altrettanto fortunata) serie di film divertenti e dalla comicità molto irriverente: Hercules il 35° classico Disney. La versione disneyana di Hercules è una libera interpretazione delle gesta del celebre eroe della mitologia greca Eracle. La storia ha inizio quando il neonato Ercole figlio di Zeus ed Era viene presentato a tutti gli dei compreso il malvagio Ade, sovrano degli Inferi, da sempre invidioso del fratello Zeus. Al suo ritorno nell’oltretomba le Parche gli predicono che dopo diciotto anni per lui ci sarebbe stata finalmente l’agognata possibilità di conquistare il Monte Olimpo, a meno che Ercole non avesse combattuto. Egli ordina così ai suoi due diavoletti Pena e Panico, di rapire il bambino e di somministrargli una pozione che l’avrebbe reso mortale e poi di sbarazzarsi di lui. Ma Ercole viene salvato da Anfitrione e Alcmena che diventeranno i suoi genitori adottivi. Passano gli anni, ed Ercole sentendosi emarginato a causa della sua forza smisurata decide di recarsi al tempio di Zeus per cercare delle risposte. Qui una statua del dio si anima e gli parla spiegandogli che lui è suo figlio quindi un dio, ma che non può tornare sull’Olimpo perché ormai è divenuto mortale. Se desidera davvero tornare a vivere con i suoi cari dovrà dimostrare di essere un vero eroe. Ercole si reca così nell’isola dove abita il satiro Filottete l’allenatore di eroi. Dopo un lungo e faticoso addestramento Filottete decide che Ercole è pronto per compiere gesta eroiche, così decidono di andare insieme a Tebe. Ma proprio durante il viaggio l’attenzione di Ercole è catturata dalle grida di una fanciulla, l’avvenente Megara, aggredita dal centauro Nesso. L’aspirante eroe salva la ragazza e se ne innamora perdutamente. Ma egli non sa che purtroppo l’anima della bella Megara è indebitata ad Ade che ne sta facendo una pedina per il suo piano di conquista dell’Olimpo. Inoltre il dio, il quale ha saputo che Ercole è ancora vivo, cercherà di sconfiggerlo inviandogli una serie di mostri che l’eroe sconfiggerà senza problemi. Ma ad Ercole servirà molto di più per diventare un vero eroe…

Al momento della sua uscita Hercules fu apprezzato da pubblico e critica, ma non riscosse il successo sperato a confronto degli altri lungometraggi animati degli anni ‘90. Colpa forse dei molteplici riferimenti alla mitologia greca e ad altri richiami che il pubblico più giovane poteva non afferrare e che il pubblico adulto poteva giudicare troppo banali. Chissà, magari oggi sarebbe stato recepito in modo diverso! Nonostante questo Hercules è un film davvero spassoso, per chi vuole divertirsi in compagnia a tornare bambino e per chi nel 1997 non era nemmeno nato.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.