Film Horror: “51” (film)

0 3

Gli horror, che fioccano letteralmente nelle sale cinematografiche soprattutto nel bollente periodo estivo forse proprio perchè mentalmente meno impegnativi e più adatti a periodi di relax sotto l’ombrellone, oppure per dare un brivido alle afose serate piene di caldo e di zanzare, si dividono sempre in alcuni (pochi) temi centrali: ci sono quelli incentrati sul soprannaturale, quelli diretti invece verso la violenza ed il sadismo di cui sono purtroppo davvero capaci gli essere umani, o su personaggi di fantasia, come vampiri, licantropi, e amene creature di questo genere.
E proprio in quest’ultimo filone dovrebbero essere inseriti gli alieni, che hanno negli anni arricchito moltissimo il cinema di genere e non solo, impadronendosi di cult movies classici (come “E.T.”) e di commedie.
Questo perché la figura dell’essere vivente che viene da una galassia lontana, che sia buono o cattivo, ha sempre esercitato un fascino enorme sull’ essere umano che, nei vicini intergalattici in fondo un po’ ci spera, forse proprio per sentirsi meno solo.

Ma per tornare al mero cinema, un altro film su questo tema, horror questa volta, sta per uscire ed è già molto pubblicizzato, visto che il trailer impazza in particolare nel web.
“51”, infatti, ha già conquistato un piccolo spazio nei vari siti che si occupano del genere, con un trailer che attira ma che al contempo del film in sé svela praticamente poco o niente.
Il film si basa proprio sulla famosa e famigerata “Area 51”, mitico territorio militare che si dice si troverebbe nelle aride zone degli Stati Uniti d’America, quelle con cespugli rotolanti e distese infinite di strade polverose, e che servirebbe proprio allo studio ed all’occultamento di tutte le prove dell’esistenza degli alieni, con tanto di conservazione dei corpi degli extraterrestri arrivati sul nostro pianeta nel corso dei decenni.
Nella trama sembra che i protagonisti riescano ad entrare proprio nell’ occulta area 51 per capire cosa si cela all’interno, per finire, come da trailer, in una vera e propria guerra, anche se non è ben chiaro se contro gli alieni oppure contro chi litiene segregati.

A dirigere il film Jason Connery, talentuoso figlio del grande Sean, al suo terzo film, dopo “Devil’s tomb” e “Pandemic”, entrambi usciti nel 2009.
Il film, con un sicuro fascino per il tema trattato dal momento che la leggenda dell’area 51 attrae, e non poco, il grande pubblico, sembra però perdersi in mera azione, soprattutto nella parte centrale e finale del film, anche se comunque riesce a non perdere di tensione.
Chicca, anche se ormai vista davvero più e più volte, le molte sequenze girate con una camera a mano, espediente che va sempre più di moda e che in effetti aiuta a tenere più alta la pressione sullo spettatore.
Insomma, da vedere in particolare se si ama il cinema d’ azione, più che per amanti dell’horror puro e semplice.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.