Hotel a Parigi (viaggiare)

0 3

Chi non ha mai desiderato visitare Parigi con la propria dolce metà? La destinazione è una delle più romantiche…perchè allora non approfittare per prenotare un soggiorno in un piccolo romantico hotel? L’offerta di sistemazioni che è una città come Parigi offre è molto variegata, a tal punto che si rischia di perdersi nella scelta. Il mio consiglio è di puntare dritti sulla zona di Montmartre, quartiere storicamente bohemienne, dove ancor oggi si possono ritrovare scorci e locali pittoreschi che rievocano quelle poetiche atmosfere passate. In Rue Lamarck al numero ventiquattro si trova un piccolo hotel, a conduzione familiare, che si chiama Ermitage Sacré Coeur. Lo gestisce da più di trenta anni Maggie Canipel, con l’aiuto della figlia Sophie. Maggie è un’energica e logorroica signora francese che parla diverse lingue, tra cui anche l’italiano ad un livello abbastanza buono. La sua accoglienza sarà entusiastica e vi farà sentire a vostro agio durante il soggiorno. Il prezzo della stanza doppia si aggira sui cento euro a notte, ma può variare a seconda del periodo scelto. L’hotel, oltre che collocato in una zona centrale rispetto a Montmartre, in quanto si trova a due passi dal Sacré Coeur emana un irresistibile fascino antico. I mobili che arredano le stanze sono tutti d’epoca e gli ambienti sono curati fin nei minimi particolari. Le pareti sono tappezzate di stoffa fiorata, la stessa usata per copriletti e cuscini. Quasi tutte le stanze dispongono di un piccolo bagno privato in camera. Quello che può apparire uno svantaggio, il fatto che non vi sia una stanza predisposta per le colazioni, si rivela come un vantaggio, concordando con Sophie l’orario in cui la colazione deve essere servita in camera. Cosa c’è di più romantico che svegliarsi con il proprio compagno o compagna nel cuore di Parigi e mangiare qualcosa a letto appena svegli? La colazione prevede anche i classici croissant parigini. C’è un piccolo giardinetto molto curato dalla proprietaria: tenetelo presente se siete dei fumatori perchè per nessun motivo potrete fumare nelle stanze. Questo non è un dettaglio, dal momento che, come vi ho detto, le pareti sono tappezzate di stoffa che altrimenti si impregnerebbe di fumo, suscitando l’ira di Maggie e Sophie. Da alcune stanze si può godere anche di una fantastica vista su Parigi. Nelle vicinanze vi sono parecchi locali dove è possibile mangiare, intorno a Montmartre. Non dimenticate una sosta per assaggiare le crepes farcite, dalle più classiche alla nutella, a quelle più elaborate con formaggio e uovo, o con la banana. Tutte squisite! Numerosi anche i negozi di souvenir nell’indimenticabile cornice della piazzetta di Montmartre dove come è tradizione sostano i pittori per fare ritratti ai passanti. La fermata della metro che consiglio, se scegliete questo hotel, è quella di Lamarck-Coulaincourt, subito dopo la piazza percorrendo Rue Lamarck. E’ preferibile rispetto a quella che serve Montmartre ai piedi della collinetta dall’altro lato, in quanto in quest’ultimo caso dovrete prendere anche la funicolare, o in alternativa fare a piedi la lunga scalinata. Il percorso è consigliabile in discesa, per dare un’occhiata ai negozietti della zona.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.