Il Caimano (film)

0 2

“Il caimano” è un film italiano del 2006 con la regia di Nanni Moretti, che ha seguito anche la sceneggiatura ed il soggetto; la vicenda appartiene al genere commedia drammatica, con chiari riferimenti al mondo della politica, dura 1 ora e 52 minuti e, visto il tema trattato, ha subito molte critiche, ma nonostante questo ha ricevuto anche diversi premi tra David di Donatello, Nastri d’argento e Ciak d’oro.

Questa storia ci presenta Bruno Bonomo (interpretato da Silvio Orlando), un produttore cinematografico di seconda fascia che, dopo avere abbracciato il genere trash, cerca di restare a galla quando la sua casa di produzione è vicina al tracollo, come il suo matrimonio con Paola (interpretata da Margherita Buy).

Un giorno decide di tentare la sorte e accetta di produrre un film dopo aver letto, in maniera sommaria, il copione scritto da una regista in erba, politicamente schierata a sinistra, Teresa (interpretata da Jasmine Trinca). La pellicola si intitolerà “Il caimano” e sarà incentrata sulla vita di Silvio Berlusconi, il Presidente del Consiglio italiano.

Ma questa scelta crea notevoli problemi a Bruno, l’argomento trattato infatti è pericoloso e portare a termine il progetto non è affatto semplice per l’ostilità nell’ambiente (l’attore Marco Pulici, interpretato da Michele Placido, rifiuta di interpretare la parte di Berlusconi). Oltre a queste difficoltà, Bonomo deve fare i conti anche con la sua vita privata, il suo matrimonio nel frattempo infatti giunge al capolinea ed arriva la separazione.

Il momento è quindi critico, ma il produttore non demorde ed investe le sue ultime energie nel film, sostenuto anche da un polacco che lo aiuta in termini economici, ma l’obiettivo non viene raggiunto e l’unica scena girata è quella finale, in cui Silvio Berlusconi (interpretato da Nanni Moretti) presenzia ad un processo in cui è imputato, che si conclude con la lettura della sentenza che lo condanna a sette anni.

Berlusconi esce dal Tribunale e sfida ancora una volta i giudici, rilascia interviste e viene incoraggiato dai suoi sostenitori, che all’uscita dei giudici manifestano la loro rabbia in maniera molto decisa e pericolosa, lasciando presupporre una sorta di rivolta provocata dal popolo fedele a Silvio.

Questo film è stato oggetto di molte critiche, i passaggi televisivi sono stati solamente due, prima su Sky e poi su Rai 3 (il 19 giugno 2011), ma chi volesse vederlo può acquistare o noleggiare il relativo DVD che è prodotto dalla Cecchi Gori Home Video ed ha un prezzo di listino di circa 15 euro (ma lo si può trovare ad una cifra inferiore cercando tra le varie offerte online e nei negozi).

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.