Il Grande Houdini (libro)

0 6

“Il grande Houdini -il mago dell’impossibile-“, Massimo Polidoro, Piemme, 2001 (25 euro).

Parlando di maghi e magia, il primo nove che viene in mente a chiunque è quello di Houdini, poco importa se le sue magie sono state realizzare più di un secola fa, le sue performance sono state così straordinarie da creare un mito in grado di sopravvivere a se stesso.

Uno dei libri più noti in Italia che tratta in maniera compiuta le vicende di Henri Houdini è il libro di Massimo Polidoro “Il grande Houdini” edito dalla Piemme ormai nel lontano del 2001 e ad oggi di difficile se non impossibile reperibilità sui nomrlai canali di vendita di libri on line, visto che il libro risulta fuori catalogo l’unica possibilità rimane quella di trovarlo o su Ebay, o in qualche bancarella di libri usati.

Il libro in questione ripercorre tutta la vita del famoso mago da quando arrivò negli Stati Uniti dalla lontana Ungheria e bambino incominciò a lavorare come garzone all’interno di luna park e circhi. Ingaggiato dapprima per fare i soliti e banali trucchi di prestigio con carte e fazzoletti, riuscì ad introdurre nei suoi spettacoli i primi trucchi come escapista che pian piano finirono con il decretarlo come uno dei più noti illusionisti della storia.

Il numero che contribuì alla sua fama imperitura fu quello della cella di tortura cinese sott’acqua, vale a dire una cassa di vetro in cui Houdini entrava ammanettato, poi la cassa veniva calata sott’acqua e da lì, nonostante si trovasse a testa in giù quindi con maggiori difficoltà di concentrazione e respirazione, il mago riemergeva nel giro di pochi minuti magicamente liberatosi.

Houdini era uno scettico, nonostante amasse incantare il pubblico con numeri dal sapore quasi paranormale, lui si dichiarava un razionalista convinto, ogni cosa, anche la più assurda e incomprensibile poteva essere spiegata illuminati dalla ragione.
Fu così che diede alla stampe un libro in cui spiegava buona parte dei suoi più famosi trucchi al pubblico e divenne anche un feroce oppositore dello spiritismo, dedicandosi a smacherare presunti spiritisti e questo gli creò una serie non indifferente di inimicizie.

Un velo di mistero aleggia sulle circostanze della morte. Morì all’età di 52 anni, proprio la notte di Halloween, quando i morti riescono a mettersi in contatto con i vivi, la causa della morte fu un’infezione all’addome causata da un pugno. Infatti Houdini era noto perchè riusciva a contrarre i muscoli addominali in maniera tale da non sentire dolore e subire ferite, per cui spesso invitava persone parecchio forzute a colpirlo, chiaramente a ciò era sottesa una preparazione. Colpito invece di sorpresa da un pugile, accusò il colpo, ma sottovalutandone la gravità rifiutò le cure mediche che gli costarono un’infezione che lo condusse alla morte.
Tuttavia alcune tesi recenti paventano la possibilità che fosse stato vittima di un avvelanemento da parte di qualcuno che lo riteneva un personaggio scomodo per l’opera di smascheramento degli spiritisti.

L’autore Massimo Polidoro, è noto per le sue collaborazioni con il Cicap, è considerato uno dei più noti esperti nel campo del paranormale.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.