Il Penelope di Margaret Atwood (Libro)

0 4

The Penelopiad è una novella di Margaret Atwood, pubblicata nel 2005 come parte della prima sezione di libri della Canongate Myth Series nella quale autori contemporanei riscrivono antichi miti. Nella Penelopiade, Penelope ricorda gli eventi occorsi durante l’Odissea, la vita nell’Ade, Odisseo, Elena e i suoi rapporti con i genitori. Un coro di ancelle che Odisseo riteneva sleali interrompe la narrazione di Penelope per esprimere il proprio punto di vista sugli eventi. Il coro ogni volta si esprime secondo un genere diverso, dalla ballata alla canzone, passando per il lamento. I temi centrali della novella riguardano gli effetti delle prospettive diverse di una narrazione, le differenze riguardanti maschi e femmine, le differenze tra le persone di classi sociali diverse e l’utilità della giustizia. La Atwood in precedenza aveva usato i personaggi e le vicende della mitologia greca in altre opere come il romanzo The robber bride, il racconto breve The Elysium Lifestyle Mansions e i poemi Heln od Tory does counter dancing e Circe: Mud poems. Per preparare la stesura di questa novella, comunque, ha fatto riferimento alla versione dell’Odissea curata da Rieu e a The Greek myths di Robert Graves. Il libro è stato tradotto in 28 lingue, e pubblicato contemporaneamente nel mondo da 33 case editrici. Sul mercato canadese ha raggiunto addirittura la vetta dei libri più venduti, mentre negli Stati Uniti non è riuscita a entrare nella Best Seller List del New York Times. Alcuni critici hanno evidenziato come la scrittura dell’opera sia tipica della Atwood, mentre altri hanno sottolineato che alcuni aspetti potrebbero essere notevolmente migliorati, o addirittura eliminati, come il coro. Esiste anche una versione teatrale dell’opera, che è stata coprodotta dal National Arts Centre canadese e dalla Royal Shakespeare Company britannica. L’opera teatrale è stata messa in scena allo Swan Theatre di Stratford-Upon-Avon, città natale di William Shakespeare, e al National Arts Centre di Ottawa, rispettivamente nell’estate e nell’autunno del 2007, da un cast completamente femminile diretto da Josette Bushell-Mingo. L’idea del libro è nata all’editore Jamie Byng, della Canongate Books, che sollecitò l’autrice a scrivere una novella che avrebbe dovuto raccontare un mito a sua scelta. Byng le spiegò che sarebbe stato pubblicato in molte lingue contemporaneamente, in quanto parte di un progetto internazionale chiamato Canongate Myth Series. La Atwood si è dimostrata interessata al progetto del giovane editore, e dalla sua casa di Toronto, si è dedicata alla stesura della novella. Dopo alcuni tentativi falliti, tra cui il racconto di una storia riguardante i nativi americani, la Atwood, tuttavia, era sul punto di desistere, e aveva già dato mandato al suo agente letterario di disdire il contratto. Proprio in quel momento, tuttavia, le venne in mente l’Odissea, che aveva letto per la prima volta quando era adolescente: il tema di Penelope, secondo lei, era stato troppo trascurato.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.