Vitamina D (salute)

0 2

Le vitamine sono gruppi di sostanze eterogenee , presenti in piccole quantità in molti elementi essenziali alla vita , alla crescita e alla salute. In generale l vitamine vengono divise in due grandi gruppi : quelle liposolubili (A , D , E , K) e quelle idrosolubili ( B , C ) . Ogni vitamina ha una sua precisa funzione , sicché la carenza di una qualsiasi , dà luogo alla comparsa di sintomi specifici . La carenza può derivare da inadeguata assunzione della vitamina o dei suoi precursori ; dalla presenza di fattori che ne ostacolano l’assorbimento o l’ utilizzazione ; da fattori che ne aumentano le richieste o ne stimolazione l’ escrezione nell’organismo . Anche l’ eccessivo può dare origine a sintomi di intossicazione (ipervitaminosi) .La vitamina D è composta da cinque vitamine che formano un gruppo pro-ormoni liposolubili. Le due più importanti sono la vitamina D2 (ergocalciferolo) e D3 (colecalciferolo) ; mentre la vitamina D1 è costituita da ergocalciferolo e lumisterolo, la
vitamina D4 da diidroergocalciferolo, la vitamina D5 da sitocalciferolo. Pochi sono i cibi che apportano una grande quantità di vitamina D al nostro organismo , tra questi c’è l’ olio di fegato di merluzzo , il fegato , le verdure verdi , il latte e i suoi derivati , i pesci grassi ( come aringhe , salmone ) . La pelle sintetizza la vitamina D attraverso la pelle a partire dal colesterolo e dalla luce solare . Problemi sorgono quindi per quelle persone che non si espongono alla luce del sole . Solitamente gli adulti non richiedono un ‘eccessiva assunzione di vitamina D a meno di che questi non entrino mai in contatto con la luce solare . Per i neonati l’apporto giornaliero non dovrebbe essere inferiore ai 10 μg/die . Durante la gravidanza la richiesta di vitamina D aumenta a causa della maturazione del feto ; una normale esposizione alla luce dovrebbe mantenere i livelli della vitamina D abbastanza alti ,tuttavia nei mesi invernali sarebbe meglio assumerla direttamente ( circa 10 μg/die ) . La vitamina D proviene dalle stesse fonti nelle quai si trova la A. La sua carenza è causa di rachitismo e osteomalacia , mentre l’ ipervitaminosi D induce perdita di appetito , nausea , vomito , sete eccessiva , debolezza , nervosismo , prurito , peggioramento dell ‘attività renale e cumulo di calcio in diversi tessuti .

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.