Inblu (calzature)

0 4

Inblu è un marchio italiano di calzature, nato nel 1982.
Sin dagli anni ’70, l’azienda si era fatta notare sul mercato con una produzione made in Italy di suole e tacchi per scarpe da altri confezionate, ma all’inizio degli anni ’80, la Inblu, decide di mettersi in proprio e realizzare interamente le sue calzature.
L’azienda ha così sviluppato dei particolari processi tecnologici per la produzione di sandali e ciabatte (punto forte del marchio).

Nel 1983, nasce quello che sembra essere il prodotto di maggior successo della Inblu: il Chips.
Si tratta di una calzatura nella quale, tomaia, sottopiede e suola, non sono legate insieme da colla o adesivi, ma costruite “insieme”, fino a formare un unico pezzo.
Questo procedimento di realizzazione è chiamato “ad iniezione”, caratterizzato dal poliuretano iniettato all’interno dello stampo della suola.
Questo processo complesso e delicato, che garantisce alle ciabatte (e non solo) un’eccellente flessibilità, è stato per anni il punto di forza della Inblu ed è tutt’oggi ciò che maggiormente caratterizza l’azienda italiana.

Un altro punto di forza dell’azienda in questione, è costituito indubbiamente dal prezzo o meglio, dal rapporto che esiste tra la qualità dei suoi prodotti ed il prezzo di vendita.
La spesa da sostenere per acquistare un paio di calzature inblu, è infatti alla portata di tutti, assolutamente accessibile.
La inblu negli ultimi anni, ha in tutto modi cercato di modernizzare i suoi prodotti e la sua immagine.
Così, sono state create calzature moderne per uomo, donna e bambino.
Sneakers, ballerine e persino scarpe per il benessere dei piedi e dell’intera postura.
Per quanto riguarda l’immagine invece, la televisione ha avuto un ruolo principale in questo processo di “svecchiamento”.
Sulle reti Mediaset infatti, vengono trasmesse ormai da un paio d’anni, numerosi spazi pubblicitari dedicati alle calzature Inblu, durante le trasmissioni di punta.
Persino il packaging di presentazione è stato modificato, così come la pubblicità diretta alla stampa nazionale.
Ad ogni modo, pare che l’azienda sia riuscita a donare nuova luce alle sue creazioni, puntando come sempre sulla comodità dei prodotti realizzati ed unendo a questa caratteristica, anche l’attenzione per la moda ed i trend del momento.
Ovviamente non è possibile trovare le pubblicità Inblu su riviste di moda del calibro di Vogue o Vanity Fair, ma le principali testate nazionali, rivolte ad un pubblico più generico, ben accolgono queste pagine promozionali.
La particolarità di Inblu, a testimonianza dei suoi costi economici, consiste nel fatto che, oltre i punti vendita autorizzati o specializzati, distribuisce i suoi prodotti per uomo, donna e bambino, anche all’interno dei migliori supermercati ed ipermercati.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.