Indiana Jones e la Macchina Infernale (videogame)

1 3

Sviluppato e pubblicato dalla LucasArts (la celebre casa videoludica ideatrice di giochi quali Monkey Island e Grim Fandango e produttrice di molte avventure grafiche che potrai trovare su www.avventuregrafiche.it) nel lontano 1999, “Indiana Jones e la macchina infernale” è un videogioco appartenente al genere delle avventure dinamiche, che ha come protagonista il celebre professore d’archeologia interpretato da Harrison Ford negli omonimi film della serie. Questo videogioco all’ uscita fu subito disponibile per Pc, Nintendo 64 e Game Boy color. Trattandosi di un videogioco abbastanza datato è fuori commercio, ma potrete scaricarlo senza difficoltà per il vostro Pc o trovare le cartucce per Nintendo 64 o Game Boy color presso qualche collezionista. La peculiarità della LucasArts sono sempre state le avventure grafiche, quelle punta e clicca per intenderci, ma con questo videogioco abbiamo un vero e proprio gioco d’avventura dinamica, e per capire cosa si intende per avventura dinamica vi citiamo uno dei giochi del genere più famosi: Tomb Raider. E’ il 1947 e si vocifera che i sovietici stiano effettuando delle ricerche presso l’antica torre di Babele per impadronirsi di un arma molto potente denominata “la macchina infernale”. Voi dovrete riuscire a mettere le mani sui 4 pezzi mancanti della macchina sparsi per tutto il mondo prima degli scagnozzi sovietici, aiutando così il vostro paese (L’america ovviamente) a contrastare i nemici di sempre nel periodo della guerra fredda. Il gameplay di questo gioco è molto divertente, esplorerete ambientazioni misteriose ed affascinanti, dovrete combattere contro animali feroci, numerosi esponenti del governo sovietico e dovrete aguzzare il vostro intelletto per risolvere alcuni enigmi sparsi nel corso dell’avventura. Tenendo presente che il gioco è datato 1999, possiamo affermare che il comparto tecnico è senz’altro di notevole spessore per l’epoca. La grafica è piacevole alla vista e gli effetti sonori trasmettono una sensazione di realismo d’ambiente. Questo gioco è prettamente consigliabile ad una generazione di nostalgici che sono stufi di giochi dalla grafica sublime, ma di scarsi contenuti. Non dimentichiamoci che uno dei punti di forza della LucasArts è sempre stata la comicità ed in questo videogioco troviamo un perfetto connubio di gameplay e divertimento. I personaggi principali sono abbastanza caratterizzati ed inseriti all’interno di una trama che risulta molto semplice e lineare, ma con il classico colpo di scena finale. Il gioco presenta una struttura a livelli che dovrete affrontare in ordine. I livelli prestabiliti nel gioco sono 16, ma con il raggiungimento di un certo numero di crediti riuscirete a sbloccare anche un livello segreto. E’ ora di riesumare dal baule il vostro cappello e la vostra frusta da combattimento: Indiana Jones è ri-ritornato.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

1 Commento

  1. Jacopo dice

    È stato il mio primo videogioco e ci sono particolarmente affezionato… Quante ore ho passato a giocarci è una cosa incredibile! L’ho finito circa 10 volte e ne sono assolutamente innamorato! Dovete provarlo!
    Longevità alle stelle, livelli curati, varietà delle ambientazioni incredibile, per niente lineare, mai noioso, avventuroso al massimo, pieno zeppo di enigmi!! Inutile dire che i videogiochi di oggi sono solo una baggianata commerciale di fronte a questo capolavoro incredibile, che giocandolo, trasmette la sensazione di un qualcosa di fatto bene e con passione e non solo per fare soldi come i videogiochi di oggi!!
    Sono un po’ nostalgico vero?? Non si era notato?? 😀

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.