Iron man 3 (film)

0 3

Robert Downey Jr. torna a vestire per la quarta volta i panni metallici di Iron Man, l’invincibile supereroe in grado di volare, sparare con armi di ogni tipo ed essere praticamente invulnerabile.

Sotto la scorza giallorossa dell’uomo d’acciaio si cela un semplice umano con molti soldi, ma senza superpoteri: Tony Stark, un eccentrico milionario che ha sempre affrontato con ottimismo il suo ruolo di supereroe.

L’incontro con alieni e divinità avvenuto in The Avengers hanno incrinato la sua sicurezza, portandolo ad avere veri e propri attacchi di panico.
Dopo aver rischiato la vita contro avversari così potenti, migliorare la sua armatura diviene la sua ossessione. Ma eventi imprevisti lo costringeranno ad abbandonare tutto ciò che ha, e a dimostrare a se stesso di poter essere un supereroe anche senza superarmature.
Situazione simile per il suo collega Rhodey (Don Cheadle), spogliato della sua corazza e della sua identità di Iron Patriot.
Insieme, i due lotteranno contro l’ A.I.M., un’associazione che sta creando supersoldati per scopi terroristici sfruttando il tecnovirus Extremis. La mente dietro l’organizzazione è lo spietato Mandarino, magistralmente interpretato da Ben Kingsley.

Presente nel film anche Gwyneth Paltrow nei panni di Pepper, segretaria/amante di Tony Stark. Donna centrale nei due precedenti capitoli della trilogia, rischia qui di farsi rubare la scena dalla bellissima Rebecca Hall, che interpreta la geniale scienziata creatrice di Extremis.

Nonostante le premesse cupe, Iron Man 3 si rivela essere un’ action comedy coi fiocchi, che più che ai toni epici di The Avengers si avvicina agli action movie polizieschi tipici di Shane Black. Una bella storia che riesce a unire battute, azione ed esplosioni al dramma umano di Tony Stark, un uomo che dopo aver lottato contro minacce incredibili deve ora trovare la forza di affrontare sé stesso.
I fan dell’originale storceranno il naso dinnanzi alle numerose differenze tra film e fumetti, come quella riguardante l’identità di Iron Patriot: nel film l’armatura tutta americana è la naturale evoluzione di War Machine, mentre nel fumetto il Patriota d’Acciaio era… Norman Osborn, lo storico antagonista di Spider-Man! Ma la bellezza di un film sta nel saper rielaborare il materiale originale mantenendone il fascino, e questa nuova versione di Iron Man stupisce e convince.
Da vedere assolutamente al cinema. E ricordate di rimanere in sala fino al termine dei titoli di coda, per godervi un’esilarante scenetta con il cameo di un altro Vendicatore.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.