La commare secca (1962) (film)

0 0

Regista icona del mondo cinematografico italiano , notissimo per pellicole di enorme interesse non solo nostrano ma a livello internazionale , come l’allora scandaloso e censuratissimo ” Ultimo tango a Parigi ” , Bernardo Bertolucci è uno dei nomi più prestigiosi della prolifica attività cinematografica italiana.
Nato nel 1941 , Bertolucci ha esordito già ventunenne con la regia di una interessantissima pellicola tratta da un soggetto di Pierpaolo Pasolini , ” La commare secca ” , film drammatico della durata di circa un ‘ ora e mezza il cui titolo trae ispirazione da un sonetto del romanissimo Giuseppe Gioacchino Belli , riferendosi con questa definizione alla morte.
La trama , molto amara , ruota intorno all ‘ assassinio di una prostituta , e ne prende spunto per descrivere , attraverso le indagini che vengono condotte sul caso , e attraverso gli interrogatori dei possibili sospetti , un piccolo micromondo di borgata romana , pasoliniano e doloroso , furbo senza malizia e crudele allo stesso tempo.

Criticato dall’autorevolissima voce di Paolo Mereghetti come un film che tende a “liricheggiare ” un po’ troppo per assumere un tono di pellicola d’autore , al contempo riconoscendone il valore ed individuando al suo interno “due momenti di poesia ” , il film risulta affascinante , proprio nel riuscire a rendere perfettamente la stessa atmosfera dolorosa che si respira nei film non solo scritti ma girati dal maestro Pasolini .
Ma al contempo ne differisce profondamente nella scelta dell ‘ identità dei personaggi protagonisti.
Se il classico personaggio pasoliniano è , talvolta suo malgrado , alla costante ricerca di una salvezza e di un riscatto sociale e culturale , i quattro indagati del film di Bertolucci sono considerati quattro romani comuni , almeno per l’ambiente che viene descritto e che si percepisce nel corso della pellicola , che l ‘ occhio del regista sembra in qualche modo condannare , ognuno per una ragione differente , invece di giustificarli o compatirli .
Ed in questo sono estremamente differenti i due registi , e proprio in questo si riesce forse già a cogliere una delle caratteristiche che continueranno ad essere nel tempo peculiari all ‘ allora giovanissimo Bertolucci.

Basti pensare ai film che costellano la sua ricca carriera , allo scandalosissimo ” Ultimo tango a Parigi “, capolavoro che all ‘ inizio degli anni Settanta fu al centro di un vero e proprio scandalo per le scene erotiche e violente , che lo portarono a tagli censori che lo mortificarono per diversi anni , o anche all’ultimo ” The dreamers ” , che esplora le dinamiche di rapporto tra tre ragazzi , di cui due gemelli , che ha fatto scandalo nonostante sia uscito solamente quattro anni fa.
” La commare secca ” , non è altro che il primo pilastro di quella che diventerà la carriera del regista e per questo , da vedere.

Piaciuto l'articolo? Fallo conoscere a tutti:

  • Facebook
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Print
  • Twitter
  • Yahoo! Buzz
  • Digg
  • StumbleUpon

Potrebbe piacerti anche Altri autori

E tu che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Giudizio Generale:
This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.